Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 18:09

Perugia, dalle tv alle cucine industriali: sequestrato container diretto in Costa d’Avorio

Per i funzionari dell’Agenzia delle dogane si tratta di rifiuti, un indagato. Dietro la spedizione un possibile smaltimento illecito

Alcuni degli oggetti trovati nel container

Era diretto in Costa d’Avorio il container, carico di elettrodomestici e altri oggetti, intercettato dai funzionari dell’Agenzia delle dogane di Perugia. All’interno erano presenti materiali per lo più usati, tra cui tv a schermo piatto e con tubo catodico, frigoriferi, lavatrici, cucine industriali, forni a microonde, macchine da cucire industriali ed elettrodomestici vari, materassi e masserizie. Benché funzionanti, tutti materiali da classificare come Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) in quanto sprovvisti della documentazione prevista dalla legge; inoltre erano sistemati nel container senza le protezioni stabilite dalla normativa per essere spediti come apparecchiature e non come rifiuti.

VIDEO: IL SEQUESTRO

L’inchiesta La Costa d’Avorio è un paese spesso oggetto di traffici transfrontalieri di rifiuti provenienti dall’Europa e, come tale, viene controllato con particolare attenzione dall’Agenzia. Il caso è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Perugia che, oltre a iscrivere nel registro degli indagati il mittente della spedizione (residente nel perugino), ha disposto il sequestro dei materiali contenuti nel container per ulteriori approfondimenti. Secondo l’Agenzia, spedizioni di questo tipo farebbero pensare a uno smaltimento illecito di rifiuti.

I commenti sono chiusi.