lunedì 18 dicembre - Aggiornato alle 19:37

Perugia, in carcere per otto diversi reati: espulso. Allontanate altre dieci persone

L’uomo è stato accompagnato all’aeroporto di Bologna. Espulsa anche una 37enne algerina

L'ufficio immigrazione della questura (foto F.Troccoli)

Sono in tutto 12 tra allontanamenti ed espulsioni i provvedimenti eseguiti nel corso delle ultime ore dagli agenti dell’Ufficio immigrazione della questura di Perugia. In particolare, per quanto riguarda le espulsioni, si tratta di una algerina classe 1980, rintracciata per la prima volta a Perugia nel 2008 mentre nel 2010 era stata arrestata dai carabinieri di Città di Castello per violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. E proprio a Città di Castello è stata nuovamente trovata nei giorni scorsi in occasione di una lite dai poliziotti, che a quel punto l’hanno accompagnata all’Ufficio immigrazione dove sono state avviate le pratiche per l’espulsione. Una lunghissima sfilza di reati, ovvero rapina, lesioni, porto abusivo d’arma, evasione, violazione delle norme sull’immigrazione, danneggiamento, violazione di domicilio e furto, erano quelli per i quali era detenuto a Capanne un marocchino classe 1987. Al momento della scarcerazione gli agenti lo hanno scortato fino all’aeroporto di Bologna dove è stato imbarcato su un aereo con destinazione Casablanca.

Allontanati A questi si sommano altri dieci stranieri (tre cinesi, due albanesi, un nigeriano, un marocchino, un tunisino, un algerino e un russo), colpiti da un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale firmato dal questore. In particolare l’albanese è stato fermato poco dopo essersi allontanato da un negozio del centro, dal quale si era uscito con addosso un paio di scarpe non pagate. Nel negozio era rimasta la moglie che, vista la situazione, aveva provveduto a saldare il conto. Il marito è stato rintracciato a breve distanza e dai controlli è emerso che non aveva le carte in regola per rimanere in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *