martedì 20 novembre - Aggiornato alle 16:37

Perugia e Bastia, al setaccio stazioni e minimetrò: in un giorno trovati 110 ‘portoghesi’

Impegnato nei controlli personale di Trenitalia, Rfi, Busitalia e agenti della polizia ferroviaria

Passeggeri alla stazione di Perugia (foto ©Fabrizio Troccoli)

Tra le stazioni di Fontivegge, Ponte San Giovanni e Bastia in una sola giornata sono state 110 le persone trovate senza un biglietto valido. È questo uno dei dati che emerge dal bilancio dei controlli fatti giovedì scorso dal personale di Busitalia, Trenitalia, Rfi e dalla polizia ferroviaria. In tutto sono stati oltre 2600 i viaggiatori controllati nelle tre stazioni, nei terminal di partenza degli autobus e all’interno del Minimetrò. «Questo nuovo approccio al fenomeno dell’evasione, con il richiamo al rispetto delle regole e una maggiore capillarità nei controlli, punta a recuperare risorse finanziarie – spiega Trenitalia – a beneficio della stragrande maggioranza dei viaggiatori, che paga il biglietto e l’abbonamento, e delle Regioni, cui compete l’onere di finanziare il servizio. L’azione del pool contribuisce, tra l’altro, anche a contrastare le aggressioni al personale». I controlli saranno ripetuti con regolarità e allargati ad altre zone dell’Umbria.

I commenti sono chiusi.