venerdì 18 gennaio - Aggiornato alle 22:55

Pasticche per Capodanno, pacco dalla Spagna con 3 kg di marijuana e ecstasy: arrestato 19enne

La guardia di finanza intercetta una spedizione aerea destinata al giovane residente a Terni: alla firma scattano le manette

La droga sequestrata

di Iv. Por.

Hanno suonato alla porta con un pacco vestiti da spedizionieri di una nota compagnia e gli hanno consegnato il pacco proveniente dalla Spagna che stava aspettando. In realtà, però, erano militari della sezione antidroga della guardia di finanza di Perugia e, subito dopo la firma, per un 19enne bulgaro residente a Terni, sono scattate le manette. Nel voluminoso involucro, infatti, non c’erano oggetti per la casa come si voleva far credere, bensì 3 chili di droga: 2,4 kg di marijuana e circa 600 grammi di ecstasy.

Pasticche per Capodanno Il giovane, con solo un piccolo precedente per furto, vive insieme alla madre e non ha un lavoro. Evidentemente, quindi, si era ingegnato per sfruttare la notte di Capodanno per farsi un gruzzoletto. L’arresto risale, infatti, all’ultimo giorno dell’anno, giusto in tempo per smerciare le ‘pasticche’ nelle feste e nei locali.

Droga intercettata I finanzieri del Gico, però, in sinergia con altre forze di polizia estere e con il coordinamento della Direzione centrale servizi antidroga, sono riusciti a intercettare l’arrivo della spedizione aerea appena dopo l’atterraggio e a sostituirsi alla ditta di spedizioni per recarsi a casa del 19enne. All’atto della consegna, e previa accettazione della spedizione, il destinatario è stato dunque arrestato in flagranza di reato per traffico internazionale di droga e, dopo le formalità di rito, rinchiuso nel carcere di Sabbione.

Carico ingente Il carico intercettato è di valore economico rilevante, considerato che avrebbe consentito il confezionamento di circa 24 mila dosi, per un introito complessivo di oltre 160 mila euro, ma, soprattutto, di elevata pericolosità in relazione alla consistente partita di ecstasy, droga pesante con effetti psico-attivi, di largo consumo tra gli adolescenti. Gli inquirenti sottolineano, tra l’altro, come 600 grammi di ecstasy siano un quantitativo particolarmente grande per una piazza come Terni. Le indagini proseguono sul fronte internazionale per arrivare al mittente della spedizione.

I commenti sono chiusi.