Quantcast
sabato 29 gennaio - Aggiornato alle 09:16

Parco dei Sibillini, scompare la lupa Selana: scoperto in zona cimitero dei bracconieri

La lupa Selana

di Iv. Por.

La storia della lupa Selana aveva commosso tantissime persone e fatto il giro dei social network (880 mila visualizzazioni del suo video con oltre 8500 commenti su Facebook). Il bellissimo esemplare era stato ripreso dalle telecamere del Parco dei Monti Sibillini mentre si ricongiungeva al branco, dopo essere stato liberato con il collare satellitare che doveva monitorare tutti i suoi spostamenti. Ebbene, Selana è sparita, come rivela lo stesso Parco dei Sibillini.

VIDEO: SELANA ATTRAVERSA IL TORRENTE

L’ombra del bracconaggio Dalla notte del 19 gennaio – spiegano dal Parco – il suo collare non ha più inviato alcun segnale facendo nascere il triste sospetto che fosse stata uccisa da un bracconiere. Avviate le ricerche nell’ultimo sito rilevato dal collare satellitare la macabra scoperta di un luogo disseminato di carcasse di animali ed attrezzato per la caccia di frodo. Immediatamente sono state avviate le indagini da parte del Corpo forestale dello Stato che hanno portato all’arresto, il 5 febbraio, del presunto responsabile degli atti di bracconaggio, al quale sono state tra l’altro sequestrate molte armi irregolari. «La scomparsa di Selana – commentano amaramente dal Parco – non è stata comunque vana: grazie a lei ed al suo collare satellitare è stato fatto un passo importante per la lotta al bracconaggio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.