sabato 7 dicembre - Aggiornato alle 21:27

Strage familiare a Orvieto, la città si stringe attorno ai Carletti

Gremita la chiesa di Sant’Andrea per i funerali di Carlo, Rosalba e della loro figlia Cinzia

Grande partecipazione nella chiesa di Sant’Andrea di Orvieto, dove sabato pomeriggio si sono svolti i funerali della famiglia Carletti, celebrati da don Luca Conticelli. La città così ha salutato per l’ultima volta Carlo Carletti, 66 anni, impiegato civile del ministero della Difesa, la moglie Rosalba Politi, sua coetanea, e la figlia Cinzia di 34 anni.

Il saluto ai Carletti In una gremita chiesa di Sant’Andrea, in centro, i familiari dei tre, distrutti dal dolore, ma anche l’intera comunità cittadina che ancora non riesce a spiegarsi il duplice omicidio compiuto dall’uomo. Un delitto, quello compiuto da Carlo, candidato nella lista del Pd alle elezioni comunali del maggio scorso, che resta per tutti incomprensibile. Una famiglia senza ombre, senza alcuna ombra nemmeno per gli uffici di polizia, considerata da tutti molto riservata e altrettanto unita. Le indagini dei carabinieri del capitano Giuseppe Viviano hanno parlato fin dei primi istanti di duplice omicidio suicidio e per il sostituto Marco Stramaglia non è stato necessario eseguire l’autopsia.

I commenti sono chiusi.