Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 17:08

Operaio 58enne muore travolto dal treno nel cantiere ferroviario

La vittima è il campano Aniello Alaia che stava eseguendo degli interventi al lato dei binari all’altezza di Città della Pieve

I colleghi della vittima con la polizia (foto F. Troccoli)

di Chiara Fabrizi e Marta Rosati

Un operaio di 58 anni, Aniello Alaia, è morto martedì mattina mentre lavorava nel cantiere ferroviario di località Ponticelli nel comune di Città della Pieve. In base a quanto emerge, il lavoratore stava eseguendo degli interventi sulla linea ferroviaria, la Roma-Firenze, ed è stato travolto dal treno regionale 4101 in transito. Secondo una prima ricostruzione, la vittima stava effettuando delle lavorazioni al lato dei binari della linea lenta quando è stato investito dal convoglio.

VIDEO: LA RICOSTRUZIONE DELL’INCIDENTE

FOTOGALLERY

Operaio muore travolto dal treno mentre lavora  Il 58enne, Aniello Alaia era campano e si trovava lungo i binari come dipendente di una ditta con sede legale nella provincia di Napoli che in subappalto stava eseguendo manutenzioni, ovvero la posa in opera di alcuni cavi nelle canaline che scorrono affianco del tracciato. Secondo i rilievi compiuti dalle forze dell’ordine a causare il dramma sarebbe stato un mero errore comportamentale della vittima, mentre non sarebbero emerse irregolarità sulla distanza tra le canaline e i binari, ma sarà la Procura di Perugia a decidere se e come procedere. Il traffico ferroviario è stato bloccato dalle 11.46 alle 14.36 nel tratto tra Città della Pieve (Perugia) e Fabro (Terni). Tre Intercity e quattro regionali viaggiano con ritardi fino a 170 minuti, mentre un altro regionale è stato cancellato.

Il cordoglio di RFI In una nota Rfi (Rete ferroviaria italiana) esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai familiari dell’operaio. «La dinamica di quanto accaduto – scrive la società – è al vaglio delle competenti autorità alle quali RFI sta offrendo tutta la necessaria collaborazione».

I commenti sono chiusi.