Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 ottobre - Aggiornato alle 03:55

Omicidio stradale, disposta l’autopsia sulle due donne travolte da un’auto in via Battisti

Salme delle due amiche cinesi morte in ospedale cinque giorni dopo lo schianto trasferite a Perugia, avvisata l’Ambasciata

di M.R.

Ha dovuto dire addio alla patente di guida il giorno stesso dell’incidente e ora deve rispondere dell’accusa di omicidio stradale l’83enne N.M. che il 30 luglio scorso attorno alle 14.30, in via Battisti a Terni ha investito due donne, alle quali nulla purtroppo sono valse le cure mediche ricevute. Arrivate al pronto soccorso in condizioni già pressoché disperate, nonostante l’intervento neurochirurgico al quale sono state sottoposte, sono infatti morte, cinque giorni più tardi, a distanza di due ore una dall’altra.

TREMILA MORTI IN TRENT’ANNI

Terni entre l’uomo che era al volante, assistito dall’avvocato Alberto Beato del Foro di Terni, deve ancora essere sottoposto a formale interrogatorio, il magistrato ha disposto l’autopsia sulle salme delle due amiche di 54 e 56 anni, nel frattempo trasferite a Perugia. Lo stesso Pm, Giorgio Panucci, ha affidato l’incarico al medico legale, il dottor Roberto Scendoni. Le due donne in Italia non avevano famiglia; è stata dunque informata l’ambasciata per dare la triste notizia ai loro congiunti in Cina.

I commenti sono chiusi.