Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 28 gennaio - Aggiornato alle 11:11

«Non sopporto più mia sorella, mille volte meglio tornare in carcere»

Bastia, la convivenza durante gli arresti domiciliari si era fatta ormai insostenibile

Un uomo di 60 anni, detenuto agli arresti domiciliari dal gennaio 2021, esausto della convivenza con la sorella in un appartamento di Bastia, ha chiesto e ottenuto di tornare dietro le sbarre. «Non posso più stare in casa con lei, riportatemi in carcere, meglio lì», sono le parole pronunciate dall’uomo, accontentato dal giudice del tribunale di sorveglianza di Perugia che ha ripristinato per lui la misura detentiva più severa.

I commenti sono chiusi.