domenica 5 aprile - Aggiornato alle 01:23

‘Ndrangheta in Umbria, confiscati beni per 300 mila euro a un pregiudicato

Una delle auto confiscate

di En.Ber.

Un appartamento a Cirò Marina, tre autovetture e conti correnti bancari sono stati confiscati ad un pregiudicato calabrese affiliato alla ‘ndrangheta. Il provvedimento adottato dal tribunale di Perugia su richiesta della Direzione distrettuale antimafia – informa la guardia di finanza – riguarda beni per un valore complessivo di 300 mila euro.

Confisca Secondo quanto riferito dagli investigatori l’uomo, ritenuto responsabile di un vasto traffico di sostanze stupefacenti in Umbria e perfino di un omicidio commesso nel 2012 a Roma, disponeva di un patrimonio esagerato rispetto ai propri redditi. Il sospetto dei militari del Gico è che possa aver riciclato capitali illeciti intestando alcune proprietà alla moglie. Proprietà di cui, in ogni modo, avrebbe avuto incondizionata disponibilità. Negli scorsi giorni è arrivato il provvedimento del tribunale di Perugia adottato su richiesta della locale Dda. I beni confiscati – come detto un appartamento nel Cirotano, in provincia di Crotone, tre auto e disponibilità bancarie, per un valore di circa 300 mila euro – verranno consegnati all’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.