Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 novembre - Aggiornato alle 12:06

Minacce, un mattarello in pugno e una famiglia intera pronta all’aggressione: lite tra vicini a Perugia

Urla per strada, l’arrivo della polizia ma, al ritorno dalla questura, si riaccende la lite peggio di prima

Aggressione foto generica archivio U24

Si sentono urla, minacce di passare dalla parole ai fatti e c’è un ragazzo che sembra avere perso il controllo. Inveisce contro l’abitazione dei vicini, responsabili, a suo parere, di avere aggredito verbalmente il suo papà. E’ un uomo di 29 anni che viene raggiunto dai poliziotti, tranquillizzato e accompagnato in questura dove ha intenzione di sporgere denuncia. Stando a quanto riporta una nota della polizia, il 29enne, non avrebbe saputo identificare chi fossero i responsabili di questa presunta aggressione e neppure dove fossero domiciliati. Scrivono che il 29enne avrebbe deciso di ritornare a casa senza sporgere denuncia. Ma è proprio da qui che gli agenti vengono allertati nuovamente. Una volta ritornati trovano un altro giovane, che di anni ne ha 22, anch’egli italiano come quello precedente, ma di origini straniere, con atteggiamenti violenti e minacciosi. Rivolti proprio all’abitazione del 29enne. Il quale scende di casa per sfidare quest’ultimo che sarebbe tra i protagonisti degli insulti al padre. Questa volta però ha in pugno un matterello. E, contro di lui, i poliziotti vedono arrivare i componenti della famiglia del 22enne. Le loro intenzioni non sono delle migliori. Li infuria particolarmente il fatto che i poliziotti non sarebbero stati sufficientemente severi quando sono intervenuti in un primo momento. Tra i più aggressivi di questi ci sarebbe il padre del 22enne, un uomo di 46 anni, che continua, nonostante la presenza dei poliziotti, a minacciare il 29enne. Finirà denunciato per minacce gravi. La stessa denuncia, con l’aggravante del matterello, riservata al 29enne.

 

I commenti sono chiusi.