mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 00:05

Marotta, infermiera perugina soccorre e salva una dodicenne

La ragazzina, ricoverata in gravi condizioni, aveva rischiato di annegare. Decisivo il massaggio cardiaco

Un'ambulanza (foto F.Troccoli)

Si è rivelato decisivo l’intervento di una operatrice sanitaria della centrale operatrice del 118 di Perugia che, in vacanza a Marotta, ha soccorso una giovanissima turista vittima di una sindrome da annegamento. Il fatto è accaduto poco prima delle 13 di sabato, quando una dodicenne è stata avvistata dal personale di servizio della struttura ricettiva in situazione di grave difficoltà respiratoria. Testimoni hanno riferito che era completamente priva di conoscenza. L’infermiera professionale di Perugia, con una lunga esperienza in attività assistenziale di emergenza nell’ospedale Santa Maria della Misericordia, ha iniziato il massaggio cardiaco in una situazione critica.

GIOVANE PERUGINA RISCHIA DI ANNEGARE: È GRAVE

Il soccorso Le manovre effettuate si sono tuttavia rivelate utili importanti visto che il cuore ha ricominciato a battere. Gli operatori sanitari sopraggiunti in spiaggia hanno poi trasportato la ragazza all’ospedale di Ancona. L’infermiera perugina, come riferisce una nota dell’ospedale, ha informato dell’accaduto il responsabile infermieristico della centrale regionale del 118 Giampaolo Doricchi, che si è messo in contatto con i colleghi del capoluogo marchigiano dai quali ha appreso che la ragazza è stata ricoverata in Rianimazione con prognosi riservata. Sempre al Torrette di Ancona si trova ricoverata, in condizioni che rimangono molto gravi, la perugina di 22 anni che giovedì sera, mentre stava nuotando con un’amica a Sirolo, ha rischiato di annegare.

I commenti sono chiusi.