Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 19:44

Li pizzica nella sua proprietà mentre gli rubano l’attrezzatura: ma l’hanno già caricata e scappano

Si attivano le indagini, tuttavia l’uomo danneggiato non è riuscito ad annotare la targa

Cantiere. Foto archivio generica

Li pizzica nel terreno della sua azienda, a Morra, nell’Alto Tevere, mentre gli rubano l’attrezzatura, . Si tratta di 36 pedane di metallo, di alcuni ponteggi da lavoro, che hanno un valore di qualche migliaio di euro. L’uomo è incredulo e prova a contattare le forze dell’ordine. Ma i ladri, hanno appena concluso di caricare, salgono sul furgono e fuggono. Quando le forze dell’ordine sono sul posto si accorgono che il titolare non è riuscito a prendere nota della targa di quel veicolo. Saranno le informazioni raccolte da qualche testimone e la ricostruzione di un percorso probabile che porterà l’autorità ai tre autori. Sono stranieri e di conoscenza delle forze dell’ordine. Uno di loro è ai domiciliari con un permesso per lavoro. Devono rispondere all’autorità giudiziaria di furto in concorso. La merce è stata restituita al proprietario

I commenti sono chiusi.