mercoledì 22 novembre - Aggiornato alle 02:53

L’autopsia non risolve il giallo di Foligno: sul corpo di Ornella no lesioni mortali

Il figlio 51enne con problemi psichici è indagato per omicidio preterintenzionale. I medici notano solo modeste contusioni

L'ospedale di Perugia (foto F.Troccoli)

di En.Ber.

L’autopsia di Ornella Capponi non scioglie i dubbi sul giallo di Foligno. In sala settoria non sono state notate, come d’altronde durante il sopralluogo nell’appartamento sporco e allagata di Fiamenga, lesioni mortali sul corpo della 77enne. Il suo decesso potrebbe essere stato dunque provocato da più cause. Modeste contusioni erano sparse in varie parti del corpo. La consulenza medico legale degli esperti Laura Paglicci Reattelli e Mauro Bacci orienterà le indagini della Procura della Repubblica di Spoleto che ha aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale contro il figlio 51enne – affetto da disturbi psichici – che conviveva con l’anziana madre e martedì ha dato l’allarme chiedendo aiuto ai vicini. Il forte sospetto è che la morte risalga a qualche giorno prima della chiamata e dell’ingresso degli investigatori nell’appartamento. L’inchiesta è coordinata dal procuratore Alessandro Cannevale e dal sostituto Michela Petrini.

FOTOGALLERY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *