mercoledì 8 luglio - Aggiornato alle 07:24

Inchiesta Gesenu, il dipendente al dirigente: «Almeno la metà dei carichi smaltiti illecitamente a Borgogilione»

Operai Gesenu (foto F.Troccoli)

di Francesca Marruco

«Gran parte della frazione organica dei rifiuti solidi urbani non stabilizzata viene smaltita illecitamente nella discarica invece di essere inviata al preventivo trattamento di biostabilizzazione vanificando di fatto di fatto anche la precedente separazione effettuata nell’impianto di trattamento Gesenu di Ponte Rio». E a confermare che si trattava di «almeno la metà dei carichi» portati a Borgogiglione è un dipendente di Gesenu, intercettato mentre parla con l’ingegner Sassaroli il 19 agosto scorso.

TUTTO SULL’INCHIESTA GESENU

Gli atti Il particolare emerge da un’annotazione di servizio del corpo forestale dello Stato che adesso la procura di Perugia ha depositato al Riesame in vista dell’udienza fissata per il 17 novembre prossimo. Gli uomini della forestale, non solo hanno ascoltato, ma hanno anche controllato e guardato cosa accadeva a Borgogiglione. E’ nella stessa annotazione infatti che viene specificato come «tale condotta è stata già osservata»in almeno altri due momenti durante l’estate.

SCONTRO COMUNE-SOCI PRIVATI

Tutto insieme «In particolare – si legge – è stato constatato che tutti gli autoveicoli per il trasporto rifiuti andavano a scaricare nell’area di discarica tradizionale, anche quelli che contenevano rifiuti contenenti sostanza organica». Non solo, gli uomini della forestale lo hanno anche fotografato, annotando come «le due differenti tipologie di rifiuto secco e organico, sono visibilmente distinguibili». Non finisce qui, gli uomini della forestale infatti acquisiscono anche i Fir dei trasporti in uscita da Ponte Rio.

VIDEO: MARCONI SU DIMISSIONI
VIDEO, INTERVISTA AD GENTILE
VIDEO, COMUNE: «IMPRESSIONA TUTTI QUANTO ACCADE»
Osservazioni dirette I numeri sono impietosi, la forestale ha osservato 186 scarichi di rifiuti destinati al bioreattrore, tutti invece scaricati nella parte di discarica tradizionale. Con i Fir che attestano che 68 carichi dovevano andare nel bioreattore. Adesso i difensori dei sedici indagati dovranno decidere se rinunciare al Riesame, come probabilmente accadrà, oppure andare all’udienza la prossima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.