Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 19:31

Inceneritore Terni, più tipi di rifiuti da bruciare: Acea si oppone al ‘no’, decide il Tar

Società insiste contro lo stop degli enti per l’impianto di via Ratini, udienza fissata per il 4 ottobre 2022

Inceneritore Acea

Ampliare il ventaglio di rifiuti da avviare a incenerimento nell’impianto di via Ratini a Terni. Questa la richiesta che Acea ambiente si è vista respingere in prima istanza dagli enti competenti in materia. Una delibera di giunta Regionale, risalente al settembre scorso, non ha fatto altro che confermare il non superamento del dissenso, espresso dai Comuni di Terni e Narni, dall’Usl Umbria 2 nonché dalla Provincia di Perugia sul progetto  in questione. Andato a vuoto il tentavito della società romana di sospendere l’atto, vista l’ordinanza cautelare col quale il Tar dell’Umbria aveva respinto tale richiesta, si registra oggi sul caso la fissazione dell’udienza di merito come ordinato dalla quarta sezione del Consiglio di Stato: la questione sarà discussa il prossimo 4 ottobre.

I commenti sono chiusi.