Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 15 agosto - Aggiornato alle 20:48

Gira con la pistola ‘truccata’ in auto e maltratta la moglie dopo le perdite al gioco: arrestato

Il 50enne aveva modificato un’arma clandestina priva di matricola per renderla efficiente allo sparo

Una pistola (foto archivio U24)

Eseguito un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura di Perugia nei confronti di un uomo di 50 anni ritenuto responsabile dei reati di ricettazione, maltrattamenti in famiglia e detenzione abusiva di armi.

Arma clandestina Il 50enne lo scorso settembre – viene riferito in una nota di Raffaele Cantone – era stato trovato in possesso di un’arma clandestina, una pistola priva di matricola, che, originariamente a salve, era stata modificata per renderla efficiente allo sparo. La pistola era stata ritrovata dalle forze dell’ordine nell’ambito di una perquisizione, all’interno dell’auto dell’uomo.

Maltrattamenti L’indagato, inoltre, si era reso responsabile – a partire dal luglio dello scorso anno di una serie di comportamenti aggressivi e intimidatori nei confronti della moglie, che avevano ingenerato nei confronti di quest’ultima un profondo stato di paura e ansia. L’uomo, infatti, solito spendere ingenti somme di denaro al gioco, in più occasioni, aveva preteso dalla moglie altri soldi per rifarsi delle perdite subite. Ai dinieghi della donna, erano seguite minacce, percosse – anche in presenza dei figli – e insulti. Al fine di evitare il pericolo di reiterazione di condotte analoghe, il giudice delle indagini preliminari aveva applicato, dapprima, la misura cautelare della custodia cautelare in carcere e, successivamente, quella degli arresti domiciliari, terminata lo scorso febbraio.

I commenti sono chiusi.