Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 00:07

Boschi incendiati a Narni e Montecchio, giornata di bonifiche dopo le fiamme

Roghi nella zona di Melezzole e Schifanoia, la pioggia aiuta ma si lavora ancora

Montecchio

La pioggia aiuta, ma ancora si lavora a Narni e Montecchio per spegnere definitivamente i due incendi scoppiati nel pomeriggio di domenica. Nella frazione di Melezzole, a cavallo tra il Comune di Montecchio e di Baschi, il rogo è in fase di bonifica, mentre a Moricone di Narni, vicino alla frazione di Schifanoia, «l’incendio si è notevolmente ridotto – spiega il sindaco Lucarelli sui suoi canali social – è rimasto un piccolo focolaio situato in una zona un po’ impervia quindi difficilmente raggiungibile». Nel Narnese comunque potrebbe essere necessario un ulteriore intervento aereo, ma anche per questo rogo è scattata la bonifica.

Incendi a Melezzole e Moricone I due incendi sono scoppiati entrambi nel pomeriggio di domenica, a distanza di circa un’ora uno dall’altro. A Melezzole in fiamme una zona boschiva, sul posto nel pomeriggio di lunedì si sono portate tre squadre dei vigili del fuoco, il Dos e si sono alternati canadair ed elicotteri per cercare di smorzare le fiamme. Una squadra dei pompieri inoltre è stata impegnata in tutela di un capannone agricolo. «La situazione è sempre critica – ha spiegato a Umbria24 nel pomeriggio di lunedì il primo cittadino, Federico Gori -. L’incendio coinvolge un fronte importante e tutto boschivo». Nel tardo pomeriggio la pioggia caduta in zona non ha ancora sopito le fiamme che «restano attive – ancora il sindaco – in cima alla montagna interessata dal rogo». A Schifanoia di Narni invece, spiegano i vigili del fuoco, sono state evacuare 16 persone. L’incendio boschivo non coinvolgeva l’abitazione e l’agriturismo nei quali si trovavano le persone evacuate, ma la decisione è stata comunque necessaria per questioni di sicurezza. Anche nel Narnese è entrato in azione un mezzo aereo, ma «è dovuto rientrare a causa delle avverse condizioni meteorologiche» ha spiegato il sindaco Lorenzo Lucarelli sui suoi canali social. Nel pomeriggio di lunedì per permettere l’intervento dell’elicottero è stata temporaneamente interrotta la linea elettrica, mentre in serata, le squadre dei pompieri e dell’Afor si sono date da fare dato che l’incendio «localizzato in una zona molto impervia – scrive sui social il sindaco di Narni – ancora non è stato spento alimentato dal forte vento».

I commenti sono chiusi.