Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:51

Giocattoli non conformi e cover contraffatte, sequestri dell’Agenzia delle dogane

Controlli sono stati fatti insieme alla polizia locale a Terni in alcuni esercizi pubblici e nel corso di una fiera

Funzionari e poliziotti durante i controlli

Centoquarantotto giocattoli destinati ai più piccoli e numerose cover contraffatte sono stati sequestrati dai funzionari dell’Agenzia delle accise, dogane e monopoli di Terni e dalla polizia locale a diversi commercianti che esponevano la merce al pubblico per la vendita. I contravventori sono stati denunciati. Le confezioni in cui erano riposti i giocattoli non presentavano le indicazioni del produttore o dell’importatore stabilito nell’Unione europea circa la presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo o all’ambiente; inoltre non erano riportate le istruzioni, prescrizioni e destinazioni d’uso in lingua italiana. Violazioni principalmente al Codice di consumo in materia di sicurezza dei prodotti e di marcatura CE, in alcuni casi totalmente assente.

I controlli Le operazioni di controllo si sono svolte anche in occasione della recente Fiera di San Matteo svoltasi a Terni lo scorso 2 ottobre, durante la quale è stato posto sotto sequestro un considerevole numero di cover di cellulari che riproducevano marchi registrati, oggetto di istanza di tutela doganale. Grazie alle banche dati in possesso di Adm e agli accertamenti tecnici svolti dai funzionari Adm di Terni, le cover che presentavano noti marchi registrati sono poi risultate contraffatte. Il mancato rispetto delle norme in tema di consumo ha comportato a ciascun contravventore una sanzione amministrativa che può arrivare fino a un massimo di 10 mila euro. L’attività si inquadra nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto nello scorso mese di aprile dalla direzione territoriale Adm per la Toscana e l’Umbria – che lo ricorda in una sua nota – e dal Comune di Terni, che prevede azioni congiunte della polizia locale in sinergia con il personale dell’Ufficio delle Dogane in materia di vigilanza del mercato, lotta alla contraffazione, tutela del Made in Italy e della salute del consumatore. Sono al momento cinque i protocolli siglati in Umbria con le amministrazioni comunali, di Perugia, Spoleto, Terni, Città di Castello e Foligno.

I commenti sono chiusi.