mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 22:37

Rapina al supermercato: accoltellato per aver difeso la moglie minacciata. Fermato un uomo

Il marito della commessa ferito gravemente, ma fuori pericolo. Un sospettato portato in caserma per accertamenti

I carabinieri davanti al Tigre dopo la rapina (foto U24)

di Dan.Bo. e Chia.Fa.

Difende la moglie durante una rapina e viene accoltellato. È successo sabato a Foligno, poco prima delle 20, dove un bandito si è introdotto nel supermercato Tigre di via Carso a volto parzialmente travisato e armato di una lama. Un uomo è stato fermato ed è stato accompagnato in caserma per accertamenti, per gli inquirenti sarebbe lui il rapinatore che ha ferito con più coltellate il marito della commessa.

Rapina e coltellate In base a quanto ricostruito, il rapinatore un volta all’interno del supermercato si è subito diretto dalla cassiera, minacciandola con la lama per farsi consegnare l’incasso della giornata. All’interno del supermercato, però, c’era anche il marito cinquantenne della donna, che è intervenuto per difendere la moglie, ma il bandito ha reagito con altra violenza, sferrando alcune coltellate all’uomo rimasto ferito all’addome, a un polmone e a un orecchio, per poi darsi alla fuga con un bottino che è in corso di quantificazione.

Caccia all’uomo Subito il personale del supermercato ha chiamato i soccorsi e i carabinieri che, anche grazie alle immagini catturate dalle telecamere del negozio, così come da alcune testimonianze raccolte al Tigre, hanno tra le mani un identikit. A coordinare le indagini è la procura di Spoleto, con il sostituto Elisa Iacone, che coi militari sta stringendo il cerchio intorno al bandito, visionando anche le immagini di altre telecamere, utili anche a ricostruire la fuga del rapinatore. Il marito della commessa è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasferito al San Giovanni Battista, ma fortunatamente non è in pericolo di vita.

I commenti sono chiusi.