Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 6 dicembre - Aggiornato alle 11:25

Incendio a Nera Montoro spento in un’ora: produzioni industriali a singhiozzo

Rogo alla ex Terni industrie chimiche nel tardo pomeriggio di mercoledì, all’origine un corto circuito

Si è sviluppato poco dopo le 18 tra la preoccupazione crescente dei residenti un rogo a una sottostazione elettrica che distribuisce l’energia alle cinque aziende ubicate all’interno della struttura ex Terni industrie chimiche in zona Nera Montoro (Narni). L’incendio, secondo le prime informazioni, è divampato da un trasformatore e ha poi coinvolto la cabina elettrica e l’area adiacente. La zona, grazie al lavoro dei pompieri, è stata presto messa in sicurezza e sono stati così evitati danni a persone o altre strutture vicine.

Incendio spento Le fiamme sono state spente intorno alle 21.30 e sono scattate poi le operazioni di bonifica all’interno della cabina elettrica. Nelle vicinanze della zona colpita dal rogo sono ubicati diversi impianti industriali che per fortuna non sono stati lambiti dalle fiamme. Bruciati solo apparati e cavi elettrici. Come conferma il gruppo Italeaf proprietario dell’area, a generare l’incendio è stato probabilmente un corto circuito alla cabina primaria che si è esteso poi al trasformatore da 30 kV. «Il sistema interno di sicurezza ha messo in atto tutte le procedure di emergenza, consentendo l’immediato intervento dei vigili del fuoco e delle altre autorità di sicurezza, che hanno circoscritto le fiamme e spento il focolaio in circa un’ora. Non si sono verificati danni a persone, né problematiche di carattere ambientale, essendo la sottostazione elettrica posta in zona segregata e isolata rispetto al sito industriale e alle aree residenziali più vicine alla zona. Sono in corso – fanno sapere – continue interlocuzioni con le istituzioni locali e le autorità competenti per il monitoraggio del guasto e l’assunzione di provvedimenti di sicurezza».

Produzioni industriali a singhiozzo Le operazioni di soccorso da parte dei pompieri sono terminate intorno alle una di notte. A causa del rogo si sono verificati dei problemi che hanno interessato i siti industriali in zona. Secondo indiscrezioni, alcune produzioni hanno subito uno stop durante la notte per assenza di energia elettrica, altri sono rimasti solamente senza acqua per il blocco delle pompe e altri disagi.

I commenti sono chiusi.