martedì 16 ottobre - Aggiornato alle 04:24

Falso Verdicchio dei Castelli di Jesi: 15 mila litri sequestrati, a Perugia la centrale operativa

E’ intervenuta la Guardia di finanza: la ricostruzione filiera dall’anomalia del prezzo

La Guardia di finanza ha ricostruito una filiera della contraffazione, partendo da un prezzo sospetto, e ha messo le mani su 15 mila litri di falso Verdicchio dei Castelli di Jesi. L’indagine è stata coordinata dalla procura della Repubblica di Ascoli Piceno, avviata ad aprile dall’ispettorato centrale della Tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) del ministero delle Politiche agricole, a cui si è affiancata la Guardia di Finanza che ha portato a compimento l’operazione. Questi 15mila litri sequestrati, sono un ulteriore tassello all’indagine che ha già portato al sequestro di 150mila litri, di falso Verdicchio doc. E’ stato denunciato un imprenditore vinicolo con l’accusa di frode in commercio. Il sequestro di 3.000 dame di vino da 5 litri l’una è stato eseguito in due centri di una nota catena internazionale Gdo a Perugia e a Monsampolo del Tronto.

I commenti sono chiusi.