giovedì 27 febbraio - Aggiornato alle 21:45

Esce dal carcere dopo condanna per terrorismo: espulso quarantenne

Polizia di Stato in azione a Terni per il controllo del territorio: verifiche su 408 persone e 142 veicoli

Operazione di controllo del territorio messa in campo nelle ultime ore dagli agenti della polizia di Stato di Terni. Controllate complessivamente  408 persone, 142 veicoli, attivati 21 posti di controllo e denunciate quattro persone nel corso di vari interventi. Espulso un cittadino del Marocco condannato per associazione a delinquere con finalità di terrorismo.

Gli obiettivi Obiettivo strategico prioritario dell’operazione è la prevenzione dei furti in appartamento. «Confortanti i dati da dicembre a gennaio – si legge in una nota della polizia – con una riduzione del 59 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno». Nel corso di vari interventi sono state denunciate quattro persone. Si tratta di un ambulante senegalese del 1984, denunciato dalla Squadra Mobile per aver provocato 30 giorni di lesioni ad un suo connazionale nel corso di una lite, per futili motivi, avvenuta al parcheggio vicino all’ospedale. In seguito ad un altro intervento della Squadra Volante in un condominio di Città Giardino è stato denunciato per minacce aggravate un cittadino cinese di 34. L’uomo nel corso di una lite con una coinquilina l’avrebbe minacciata gettandola a terra. Gli agenti intervenuti, oltre a riportare la calma, hanno accompagnato il cittadino cinese in questura e lo hanno denunciato per minacce aggravate. L’uomo ha lasciato l’abitazione in cui viveva con la donna.

Ricettazione La Squadra Mobile ha denunciato per ricettazione un commerciante ternano di 46 anni il quale avrebbe messo in vendita nel suo negozio oggetti riconosciuti come propri da una persona che ne aveva subito il furto avvenuto in un magazzino di Narni. Gli oggetti sono stati sequestrati per gli ulteriori accertamenti disposti dalla procura.

Documenti falsi Venerdì pomeriggio gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti in un istituto bancario del centro dove una donna di 45 anni, originaria di Napoli, utilizzando un documento falso ha cercato di aprire un conto corrente, presumibilmente per porre in essere delle truffe a mezzo assegni bancari. Gli agenti intervenuti hanno accertato la falsità della carta d’identità esibita dalla donna che in borsa teneva anche la patente di guida con le sue vere generalità. La donna è stata accompagnata in questura e denunciata per falso materiale e sostituzione di persona. Il questore ha emesso nei suoi confronti anche il foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Terni per tre anni.

Terrorismo Personale dell’Ufficio Immigrazione ha espulso con accompagnamento al Centro di Permanenza e Rimpatri di Ponte Galeria (Roma) un cittadino marocchino di circa 40 anni, scarcerato dalla locale casa circondariale dove era detenuto in esecuzione della sentenza emessa dalla Corte di appello di Roma alla pena di anni 4 e mesi 8 di reclusione per associazione a delinquere con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell’ordine democratico. L’uomo, coniugato con cittadina italiana e padre di due figli minori, era titolare di carta di soggiorno a tempo indeterminato come congiunto di cittadina dell’Unione Europea che è stata revocata dal questore.

I commenti sono chiusi.