Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 4 luglio - Aggiornato alle 17:43

Dipendente svaligia casa del datore di lavoro, poi scappa all’estero: preso al confine

Un ventunenne accusato del furto nell’abitazione dell’imprenditore è stato incastrato dalle telecamere

©Fabrizio Troccoli

Va a casa del datore di lavoro e gli ruba un barattolo pieno di soldi e altri oggetti di valore, dopodiché tenta la fuga all’estero ma viene fermato al confine. Un ventunenne è stato denunciato a piede libero per il furto aggravato compiuto nell’abitazione di Montegabbione dell’imprenditore che lo aveva assunto. A incastrarlo le telecamere di videosorveglianza della casa, ma anche le testimonianza della famiglia del titolare dell’azienda. Tuttavia, sul territorio non c’era più traccia del ragazzo di nazionalità rumena. Secondo quanto emerso, il giovane sarebbe prima scappato verso Corciano, dove vive la ex compagna, per poi salire su un autobus diretto nel suo paese di origine. Le forze dell’ordine lo hanno intercettato poco dopo Trieste, quando ormai era a pochi km dal confine con la Slovenia e lo hanno fermato per tutti gli accertamenti di rito sfociati nella denuncia a piede libero per furto aggravato. Il ragazzo, oltre al barattolo pieno di soldi, a casa dell’imprenditore ha anche rubato uno smartphone
e altri effetti personali, che però non sono stati recuperati.

I commenti sono chiusi.