mercoledì 12 dicembre - Aggiornato alle 16:12

Derby Ternana-Perugia, un arresto e 3 denunce tra gli ultrà delle Fere: sequestrato arsenale esplosivo

Un ultrà di 22 anni delle Fere arrestato e altri tre denunciati dalla Digos di Terni nell’ambito dei controlli straordinari disposti per il derby Ternana-Perugia. L’arresto è scattato sabato mattina in via Rapisardi, il giovane è stato fermato a bordo di un’auto carica un material esplosivo, mazze di piccone e vestiti.

TUTTO SUL DERBY
FOTO DEL LIBERATI

Con le bombe carta sotto l’albergo dei Grifoni Gli altri tre giovani tifosi rossoverdi denunciati la Questura sono stati fermati venerdì notte in prossimità dell’albergo che ospitava i giocatori e lo staff del Perugia. I tre erano in un’auto dove sono stati trovati materiale pirotecnico e un grosso martello che, questa l’ipotesi, sarebbe servito ad infastidire e a disturbare il riposo della squadra perugina.

Vetri e bastoni vicino allo stadio Sabato mattina, invece, nelle vicinanze di due esercizi pubblici tradizionalmente ritrovo degli ultrà delle Fere sono stati trovati pezzi di travertino e due sacchi pieni di bottiglie di vetro, molte delle quali rotte all’altezza del collo, oltre a numerosissimi striscioni offensivi nei confronti del Perugia. Sequestrate anche  sciarpe, guanti, berretti e felpe con cappucci, che secondo gli investigatori gli ultrà contavano di indossare e scambiarsi per non venire facilmente individuati dalle telecamere.

Rimossi striscioni offensivi Durante la notte tra venerdì e sabato sono stati rimossi numerosi striscioni offensivi all’indirizzo della squadra ospite, appesi ai muri della città. Si ritiene che l’arsenale sequestrato nelle varie operazioni, fosse destinato anche ad essere distribuito ad altri tifosi, provenienti da altre parti d’Italia, a supporto della compagine ternana, non ancora noti alle Forze dell’Ordine.

La trasferta dei tifosi del Grifo Intanto gli ultrà del Grifo sono arrivati a Terni a bordo di una ventina tra pullman e minibus. Prima di salire sui mezzi, partiti dal piazzale della curva sud del Curi, ogni tifoso è stato perquisito. Un giornalista di Umbria24 ha compiuto il percorso con i tifosi biancorossi che hanno attraversato l’Umbria percorrendo la E45. La colonna degli ultrà perugini ha viaggiato scortata dalle forze dell’ordine che hanno anche presidiato ogni cavalcavia, area di sosta e autogrill presenti lungo la strada.

Derby Ternana-Perugia, massima sicurezza su E45 Al lavoro poliziotti, carabinieri, forestali, finanzieri e vigili urbani che in prossimità degli svincoli per la città di Terni hanno disposto straordinarie misure di sicurezza. In prossimità delle rampe di accesso la carreggiata è stata ridotta a una sola corsia, l’imbuto stradale permette alle forze dell’ordine di controllare ogni mezzo che entra in città.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.