venerdì 24 novembre - Aggiornato alle 12:28

No Tav, denunciati i 25 attivisti perugini che hanno bloccato i binari a Fontivegge. Tra di loro due minori

Venticinque attivisti "No Tav" sono state denunciate dalla Digos di Perugia per aver bloccato i binari ferroviari a Fontivegge il 3 marzo scorso. Le accuse: interruzione di pubblico servizio e inosservanza dei provvedimenti dell'autorità

La manifestazione del 3 marzo a Perugia (FOto F.Troccoli)

Venticinque attivisti “No Tav” sono state denunciati dalla Digos di Perugia per aver bloccato i binari ferroviari a Fontivegge il 3 marzo scorso. Le accuse: interruzione di pubblico servizio e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.  Tra di loro anche due minori. La manifestazione si era svolta pacificamente nel giorno della mobilitazione nazionale contro la Tav in Val di Susa.

Il blocco dei binari «Nel primo pomeriggio dello scorso 3 marzo – si legge in una nota della questura – nell’ambito di una manifestazione non preavvisata, alcuni aderenti al locale comitato “NoTAV” hanno invaso i binari della stazione di Fontivegge, determinando il blocco della circolazione ferroviaria per circa mezz’ora. Ignorando l’intimazione del personale Digos a lasciare liberi i binari, alcune di esse  si erano anche travisate,  nel tentativo di impedire alle forze di polizia il loro riconoscimento». A causa del blocco momentaneo, tre treni regionali  hanno subito ritardi, «con grave nocumento – sostiene la polizia – alla circolazione ferroviaria e disagi per i passeggeri».

Identificati dai filmati Per quei fatti, al termine di una articolata indagine, che per identificare i responsabili e ricostruire le singole condotte si è avvalsa di filmati e fotogrammi realizzati dal personale della Digos presente in stazione. Da qui sono scattate le 25 denunce, comprese quelle a due minorenni, per i reati previsti dagli articoli 340 e 650 del codice penale, ovvero interruzione di pubblico servizio e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. Dei 25, tre sono stati denunciati anche per aver promosso una manifestazione non autorizzata e tre per violazioni delle disposizioni a tutela dell’ordine pubblico attraverso il travisamento per non farsi riconoscere.

 

3 risposte a “No Tav, denunciati i 25 attivisti perugini che hanno bloccato i binari a Fontivegge. Tra di loro due minori”

  1. Claudio PG ha detto:

    i no TAV in una regione che ha ancora la rotaia unica.
    Che scienziati…
    Magari la facessero qui da noi l’alta velocità!

  2. Claudio PG ha detto:

    Ho detto una cazzata, scusate… sono proprio un bischero come tutti quelli che la pensano come me!

  3. Claudio PG ha detto:

    Concordo l’hai detta. E l’hai anche fatta appropriandoti del mio nick.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *