Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 16:16

Daspo Willy a due giovani che non potranno più entrare in discoteca

In seguito alla lite nel locale di Cttà di Castello ‘vietata’ per un anno piazza Gioberti e lo stazionamento nelle strade vicine

Una discoteca (foto di Domink Mecko su Unsplah)

Le forze dell’ordine di Perugia hanno emesso due Daspo «Willy» nei confronti di altrettanti giovani – una 39enne e un 37enne albanese – che lo scorso 20 maggio si erano resi protagonisti di un’animata lite all’interno di un locale di Città di Castello. In considerazione delle modalità con cui si era svolta la lite e dell’allarme sociale creato tra i clienti del locale – si legge in una nota degli investigatori – ha ritenuto la condotta tenuta dai due giovani tale da determinare una situazione di grave pericolo e turbativa dell’ordine e la sicurezza pubblica. Per questi motivi, al fine di tutelare tutte le persone che sono solite frequentare quei luoghi ed evitare che possano diventare teatro di nuovi scontri – si legge ancora – sono stati adottati i provvedimenti.

Il provvedimento Ai giovani destinatari delle misure, a partire dalle ore 19 e fino alle ore 5, per la durata di un anno, sarà vietato l’accesso al locale teatro della lite e a tutti gli altri pubblici esercizi situati in piazza Gioberti e nelle strade limitrofe. Agli stessi verrà anche interdetto lo stazionamento nelle immediate vicinanze degli stessi. Queste misure di prevenzione, particolarmente importanti e incisive, rientrano nella categoria più ampia dei divieti di accesso ad aree urbane. La violazione del provvedimento è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8 mila a 20 mila euro.

I commenti sono chiusi.