Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 24 febbraio - Aggiornato alle 18:56

Covid-19, Polino piange Alfonso Fiorelli titolare dello storico ristorante Don Bosco

Se ne va a 83 anni il proprietario della nota struttura ricettiva, il sindaco: «È venuto a mancare a causa di questa maledetta pandemia»

Il paese di Polino

Polino piange Alfonso Fiorelli, padre di quattro figli e proprietario della storica struttura ricettiva Don Bosco, hotel e ristorante meta di numerosi turisti di montagna, soprattutto in estate. Positivo al Covid-19, contratto, pare, nell’ambito di un ristretto cluster familiare, sarebbe peggiorato settimana dopo settimana. Il sindaco Remigio Venanzi racconta: «La parola che veniva meno ogni volta mi accoglieva».

Polino Ed è proprio il primo cittadino del piccolo borgo montano a dare la notizia della morte del capofamiglia Fiorelli, padre di un attuale assessore del paese: «Ci stringiamo – scrive – al dolore che ha colpito il nostro Assessore Tonino Fiorelli per la perdita del papà Alfonso, venuto a mancare a causa delle complicazioni di questa maledetta pandemia. Le nostre condoglianze giungano anche a Claudia, Enrico e Renato, ai nipoti, alle nuore e al genero. Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale». In un altro messaggio l’addio personale e commosso dello stesso sindaco Venanzi: «Amico caro, dopo molte sofferenze, fatiche e tanto lavoro, l’ora del riposo è arrivata. Porti con te la soddisfazione di aver lasciato su questa terra quattro buoni frutti, che anche per il futuro, sono sicuro, non ti deluderanno. In me rimane il tuo sorriso sornione».

I commenti sono chiusi.