domenica 27 settembre - Aggiornato alle 09:48

Controlli su un viadotto della Flaminia: chiusi 4 km tra Spoleto e Terni

Criticità durante l’ispezione programmata, servono più approfondimenti. Auto su vecchio tracciato dentro Strettura, tir su Valnerina con itinerari allungati di 10 km

Il viadotto della Flaminia (foto Fabrizi)

di Chiara Fabrizi

Controlli su un viadotto della Flaminia, Anas chiude provvisoriamente 4 km tra Strettura (Spoleto) e il valico della Somma. Le opere presenti sul tratto di statale tra Terni e Spoleto giovedì erano al centro di alcune verifiche programmate che non hanno comportato chiusure le traffico, scattate invece intorno alle 19.30, quando Anas ha comunicato lo stop della circolazione. Pesante i disagi per la viabilità, con il traffico leggero deviato sul vecchio tracciato e quello pesante sulla statale Valnerina o sul valico di Acquasparta per agganciare la E45, con itinerari che per i camion si allungano di una decina di chilometri.

Controlli su un viadotto Il viadotto su cui l’ispezione dovrà proseguire, a quanto risulta, è il secondo dopo la galleria del valico viaggiando verso Terni, non ha un nome ed è stato realizzato nella seconda metà degli anni Cinquanta. In base a quanto emerge, i tecnici hanno ritenuto di dover approfondire le condizioni di uno dei giunti del viadotto. I controlli proseguiranno venerdì e soltanto all’esito si comprenderà se la viabilità sarà ripristinata, se saranno necessarie limitazioni o peggio un prolungamento della chiusura.

Chiusi 4 km, traffico deviato nei paesi In attesa dei dettagli sulle criticità emerse e gli eventuali interventi conseguenti, massiccio è l’impatto sulla viabilità. Il traffico leggero (fino a 3,5 tonnellate) viene deviato per 4 km sul vecchio tracciato della Flaminia, stretto e pendente, che attraversa il centro abitato di Strettura, la frazione più a Sud di Spoleto. Per i residenti i disagi veri inizieranno verosimilmente all’alba di venerdì mattina, quando maggiore è la circolazione di automobili. Con l’elevata concentrazione di camion faranno i conti anche i borghi come Ferentillo e Scheggino, attraversati dalla statale 209 della Valnerina, su cui viene deviato il traffico pesante.

Camion sulla Valnerina Pesanti, infatti, le ripercussioni soprattutto per gli autotrasportatori. Il traffico pesante proveniente da Foligno e diretto a Terni-Orte viene deviato allo svincolo di Eggi verso il tunnel della Valnerina, superato il quale si procede sulla statale Valnerina fino ad agganciare la statale 79 Terni-Rieti e, infine, il raccordo autostradale per Orte-Roma. L’improbabile alternativa è di uscire allo svincolo di Eggi e proseguire verso Acquasparta sulla Tre Valli per poi imboccare l’impervio valico di Acquasparta e raggiungere la E45.  In senso inverso, invece, i mezzi pesanti provenienti da Orte e Terni e diretti a Spoleto e Foligno dovranno uscire allo svincolo Terni Est, proseguire sulla statale Terni-Rieti fino allo svincolo per la statale Valnerina che dovranno percorrere fino a Sant’Anatolia di Narco per raggiungere il tunnel e quindi lo svincolo di Eggi della Flaminia.

Isolamento infrastrutturale In base a quanto rilevato gli itinerari alternativi per il traffico pesanti tra Eggi e Terni si allungano di circa una decina di chilometri. La chiusura provvisoria dei 4 km tra Spoleto e Terni mostra l’isolamento infrastrutturale della zona dello Spoletino e della Valnerina, che pagano il mancato completamento della statale Tre Valli per agganciare la E45 ad Acquasparta o, in alternativa, il rifacimento della Flaminia tra Spoleto e Terni.

 

 

I commenti sono chiusi.