Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 5 marzo - Aggiornato alle 22:38

Coca al cimitero e davanti al supermercato: arrestati moglie, marito e un giovane

Operazione antidroga a Città di Castello dove i carabinieri hanno accertato 400 episodi di spaccio in meno di un anno

Carabinieri al lavoro (foto archivio F.Troccoli)

Arrestati moglie e marito, più un ventinovenne che li aiutava a spacciare cocaina. I carabinieri di Città di Castello all’alba di mercoledì hanno portato in carcere a Perugia i due uomini, mentre alla donna sono stati concessi gli arresti domiciliari, così come deciso dal gip che ha firmato le misure cautelari scattate al termine di quasi un anno di indagini nell’ambito delle quali i militari hanno contato oltre 400 cessioni di piccole dosi di droga, prevalentemente cocaina.

Coca al cimitero e davanti al supermercato A dare input all’inchiesta antidroga è stato il sequestro di una bustina con meno di un grammo di coca trovata a un uomo di Sansepolcro (Arezzo) che aveva raggiunto Città di Castello per acquistarla. Da qui gli investigatori dell’Arma hanno progressivamente stretto il cerchio sui coniugi, entrambi 37enni e residenti nel centro tifernati. I due sono stati osservati spacciare cocaina con elevata frequenza sia in prossimità del cimitero di Santa Lucia che vicino a un supermercato della zona Sud del territorio comunale. Nell’ambito delle indagini è emersa anche la figura di un ventinovenne, legato a moglie e marito, ma che secondo gli inquirenti era riuscito a costruire un giro di affari spacciando a svariati giovani direttamente in prossimità della propria abitazione, ossia nel centro storico di Città di Castello. I militari in un primo momento hanno fatto scattare l’arresto in flagranza a carico del marito e hanno osservato come lo spaccio venisse comunque garantito dalla moglie. Da qui l’informativa alla procura di Perugia, la richiesta di misure cautelare e l’ordinanza del gip che ha aperto le sbarre di Capanne (Perugia) per i due uomini e ristretto ai domiciliari la donna.

I commenti sono chiusi.