sabato 4 aprile - Aggiornato alle 20:18

Cinque kg di coca purissima nel doppio fondo del bagagliaio: imprenditore arrestato

Fermato per i controlli del coronavisur: per i carabinieri la droga avrebbe fruttato 1,5 milioni, sequestrati anche 19 mila euro in contanti

Cinque chili di cocaina purissima nascosti nel doppio fondo del bagagliaio chiuso con serrature elettriche telecomandate. I carabinieri di Assisi hanno arrestato un imprenditore quarantenne notato lungo statale 75 “Centrale umbra” al volante di una Mercedes che procedeva a velocità sostenuta. I militari del comandante Marco Vetrulli hanno subito rilevato la targa, da cui è emerso che l’auto era intestata a un uomo residente in Alta Toscana e, alla luce delle restrizioni sull’emergenza coronavirus, il veicolo è stato inseguito e fermato. Il quarantenne dopo l’alt dei carabinieri è subito apparso particolarmente nervoso e, soprattutto, non ha saputo motivare la propria presenza in Umbria.

Cinque kg di coca nel doppio fondo del bagagliaio I carabinieri hanno quindi deciso di accompagnare l’imprenditore incensurato e di nazionalità albanese in caserma a Santa Maria degli Angeli, dove sono stati compiuti gli accertamenti a suo carico e la perquisizione della Mercedes. Quando i militari hanno aperto il bagagliaio qualcosa non ha quadrato e ulteriori approfondimenti hanno permesso di scoprire il doppio fondo del bagagliaio posteriore, chiuso con serrature elettriche telecomandate: all’interno c’erano cinque chili di cocaina pura suddivisi in altrettanti panetti, e più di 19 mila euro in denaro contante, nascosti all’interno di due calzini. Il corriere della droga è stato arrestato e portato nel carcere di Capanne (Perugia) in attesa dell’udienza di convalida del gip del tribunale di Perugia, mentre la cocaina è stata analizzata in laboratorio dove è stato accertato che i cinque chili sul mercato avrebbero fruttato più di un 1,5 milioni di euro. Per l’imprenditore è scattata anche l’accusa per l’inosservanza delle disposizioni dell’autorità.

I commenti sono chiusi.