domenica 31 maggio - Aggiornato alle 10:56

«C’è una lite in corso»: i carabinieri intervengono e scoprono due pusher

Operazione a Borgo Bovio, nella periferia di Terni: in manette un 29enne e un 26enne, in casa avevano dosi pronte per lo spaccio

I carabinieri della stazione di Terni hanno arrestato, in flagranza di reato, due pusher marocchini, classe ’91 e classe ’94, ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, allertati da una chiamata al 112, si sono portati nel quartiere di Borgo Bovio, in via Romagna, a seguito della segnalazione di una lite tra persone. Intervenuti con i dispositivi di protezione individuali, hanno fatto ingresso all’interno di una palazzina condominiale abitata da numerosi stranieri, iniziando delle attività di perquisizione alla ricerca di oggetti atti ad offendere. Durante le operazioni, nascosti all’interno dei tubolari in ferro dei loro letti, nell’appartamento abitato dai due marocchini i carabinieri hanno trovato 53 grammi di hashish, 5 grammi di cocaina, sostanze stupefacenti in parte già suddivise in dosi, pronte per lo smercio, oltre alla somma in contanti, in banconote di vario taglio e monete, di 210 euro, e una confezione di mannite. Il materiale rinvenuto è stato sequestrato e i due pusher sono stati arrestati. L’autorità giudiziaria ha disposto gli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà in conference call.

I commenti sono chiusi.