domenica 23 febbraio - Aggiornato alle 02:46

Caso Occhionero, prosciolto l’ex presidente Anm Eugenio Albamonte

Il gup di Perugia lo ha scagionato dalle accuse di falso e omissione di atti d’ufficio

Eugenio Albamonte (immagine tratta dal sito dell'Anm)

Il gup di Perugia ha prosciolto il magistrato Eugenio Albamonte, all’epoca pm a Roma e presidente dell’Associazione nazionale magistrati, dalle accuse di falso e omissione di atti d’ufficio. La vicenda era nata in seguito a un esposto presentato nel febbraio 2017 dall’ingegnere nucleare Giulio Occhionero accusato insieme alla sorella Francesca Maria di una attività di cyberspionaggio nei confronti di molti personaggi tra cui anche politici. Albamonte era indagato per i reati di falso e abuso d’ufficio.

Prosciolto Insieme a Albamonte, in udienza preliminare sono cadute le accuse anche nei confronti di due funzionari della polizia postale per omessa denuncia e falso. Rinviato a giudizio per accesso abusivo e detenzione abusiva di password, invece, un ausiliario di polizia giudiziaria.

I commenti sono chiusi.