Quantcast
giovedì 19 maggio - Aggiornato alle 06:55

Caso Di Stefano, spariti 7 mln di investimenti. Pm Pucci a risparmiatori: «Inchiesta chiusa a giorni»

I 3 risparmiatori ricevuti dal pm Pucci (Foto Fabrizi)

di C.F.
Twitter @chilodice 

Si chiuderanno a stretto giro le indagini sul caso Adriano Di Stefano, il promotore finanziario ex vicesindaco di Norcia, a cui i risparmiatori della Valnerina, ma sembrerebbe anche di Marche e Lazio, avrebbero affidato complessivamente circa 7 milioni di euro poi svaniti nel nulla. Questo è quanto ha assicurato giovedì mattina il magistrato titolare del fascicolo d’inchiesta aperto ormai tre anni fa, il pm Mara Pucci, che ha ricevuto tre rappresentanti del comitato costituitosi alla fine 2012.

L’inchiesta Ad affiancare i cittadini nel corso dell’incontro in procura, protrattosi per oltre due ore, Alessandro Petruzzi della Federconsumatori che ha seguito fin dalla genesi la delicata vicenda su cui ha indagato a lungo la guardia di finanza. «Il pm Pucci – ha spiegato Petruzzi – ci ha assicurato che a giorni sarà notificata la chiusura delle indagini, con relativa formulazione delle accuse, ma ci ha anche reso partecipi della farraginosità del caso».

Denunce Già, perché la rete intessuta dal promotore finanziario Di Stefano, già radiato dall’albo, è particolarmente complessa. Le persone coinvolte sono ben oltre superiori alle 22 che hanno presentato formale denuncia all’autorità, più ci sarebbero alcune querele nel Lazio e nelle Marche, tuttavia alcuni risparmiatori sarebbero riusciti a recuperare parte dei denari.

Federconsumatori: «Banche coinvolte» E naturalmente per ricostruire la vicenda la magistratura ha convocato a luglio il broker nursino che, però, stando a quanto riferito a margine dell’incontro, non si sarebbe presentato. «Al magistrato abbiamo anche evidenziato – prosegue Petruzzi – quelle che per noi rappresentano responsabilità chiare da parte delle banche», ma se nelle pieghe dell’inchiesta sia finito anche qualche funzionario non è al momento noto.

La rabbia dei risparmiatori Dopo due ore abbondanti di colloquio, preceduto da un rapido incontro con il procuratore capo Gianfranco Riggio, i risparmiatori del comitato si sono detti «moderatamente soddisfatti» delle risposte ricevute, «anche se – hanno precisato più volte – la rabbia è tanta».

Di Stefano torna in politica? Anche perché secondo alcuni Di Stefano, tuttora consigliere comunale, starebbe lavorando alla costituzione di un nuovo movimento politico in vista delle elezioni amministrative in programma nel 2014 nella città di San Benedetto..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.