Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 12 agosto - Aggiornato alle 17:58

Bimbo punto da un insetto: elicottero per scongiurare choc anafilattico. «Presi d’assalto da calabroni e vespe»

Fuori pericolo il piccolo soccorso alla Polvese. Operatori economici chiedono disinfestazione

L'eslisoccorso

Paura venerdì mattina per un bimbo di 7 anni punto al braccio da un insetto mentre si trovava all’Isola Polvese. L’allarme è scattato intorno alle 10.30 quando la centrale unica del 118 ha inviato un elisoccorso per recuperare il piccolo paziente, che è poi stato trasferito all’ospedale di Perugia. Per lui si è temuto lo choc anafilattico, ma in base a quanto riferito da fonti sanitarie ora il bimbo è fuori pericolo, anche se nella tarda mattinata era ancora trattenuto in Pronto soccorso. In base ad alcune informazioni raccolte da Umbria24, gli operatori economici della Polvese e di alcune altre aree del Trasimeno hanno già segnalato la massiccia presenza di vespe e calabroni: «C’entra certamente la straordinaria siccità di questa stagione, che ha seccato i fiori, ma qui il risultato – racconta un imprenditore del settore turistico – è che siamo letteralmente presi d’assalto dagli insetti. Ieri una mia collaboratrice è stata punta tre volte, perché è sufficiente aprire una bottiglia con una bibita dolce o scartare un gelato per essere assaliti. Abbiamo segnalato agli enti locali e alle autorità la situazione – va avanti l’operatore economico – perché sappiamo che diversi anni fa è accaduto qualcosa di analogo e si è proceduto a una disinfestazione, che è ciò che chiediamo».

I commenti sono chiusi.