Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 12 aprile - Aggiornato alle 09:35

Arezzo, in corso le indagini sul furto in casa di Paolo Rossi: «Un atto vomitevole»

Il colpo è stato messo a segno sabato da alcuni malviventi a Bucine durante i funerali del campione

La salma di Rossi al cimitero di Perugia (©Fabrizio Troccoli)

La casa di Paolo Rossi a Bucine, in provincia di Arezzo, è stata svaligiata sabato da una banda di ladri mentre erano in corso i funerali del campione a Vicenza. Rientrata dalla città veneta la moglie, la giornalista perugina Federica Cappelletti, ha trovato l’abitazione messa a soqquadro dai ladri, entrati forzando una delle finestre dell’abitazione. Secondo quanto ricostruito fino a ora dai carabinieri, che dal sopralluogo hanno tratto alcuni elementi utili, i malviventi sono più di uno. Ad accorgersi del furto è stato un collaboratore della famiglia. I ladri hanno portato via gioielli e, pare, anche un orologio appartenuto al calciatore.

FOTO: L’ARRIVO DELLA SALMA A PERUGIA

Gesto che stordisce «Non bastava la morte di Paolo – ha detto la moglie al QN – e lo stress di queste giornate massacranti, non bastava il dolore di tutti noi. Hanno voluto infangarlo anche nel giorno in cui tutta Italia lo piangeva. Potrebbero aver portato via anche 100 mila euro e non me ne fregherebbe niente; è il gesto che stordisce».

LA CERIMONIA ALLO STADIO CURI

Atto vomitevole L’abitazione della famiglia si trova in una zona isolata dove, nel corso del tempo, non sono mancati episodi simili. «Un atto più vile e vomitevole di questo – scrive su Twitter il sindaco di Firenze Dario Nardella – è davvero impensabile. Che le forze dell’ordine facciano di tutto per scovare i responsabili. Tutta la mia solidarietà e vicinanza alla famiglia di Paolo Rossi». Il sindaco di Bucine Nicola Benini invece, sta preparando una celebrazione in memoria del campione vicentino, al quale si vuol dedicare anche lo stadio del piccolo comune aretino.

VIDEO: IL SALUTO DEI TIFOSI

I FUNERALI A VICENZA 

PERUGIA A CACCIA DI UNA VITTORIA NEL RICORDO DI PABLITO

L’arrivo a Perugia La salma di Rossi era arrivata sabato poco dopo le 18 al cimitero monumentale di Perugia, dove è stata accolta dai famigliari, dal sindaco di Perugia Andrea Romizi, dagli assessori Clara Pastorelli e Luca Merli e da alcuni tifosi. Sopra la bara, la maglia della nazionale con il numero 20 e una sciarpa del Vicenza. Domenica mattina alle 9 poi si è tenuta una cerimonia, in forma strettamente privata per evitare assembramenti, allo stadio Curi dove nel pomeriggio i grifoni scenderanno in campo contro la Virtus Verona con il lutto al braccio e una maglia speciale per ricordare Pablito.

 

 

I commenti sono chiusi.