mercoledì 16 ottobre - Aggiornato alle 19:58

Aggredisce i genitori e terrorizza la compagna: arrestato 42enne

Un eugubino è finito in manette al termine di una lunga catena di episodi violenti

Il carcere di Capanne (foto F.Troccoli)

È stato portato nel carcere di Capanne con le accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale un uomo di 42 anni, residente a Gubbio, che sabato per l’ennesima volta ha terrorizzato la compagna e i genitori. Tutto è iniziato nel pomeriggio con un litigio con questi ultimi, dopo il quale il 42enne è sparito per poi riapparire a notte fonda. Arrivato in auto ubriaco sotto casa dei suoi la madre, accortasi dello stato in cui versava il figlio, si è offerta di accompagnarlo a casa ma durante il tragitto l’uomo ha iniziato a dare in escandescenze, colpendo con un pugno sulla gamba la donna e minacciando di gettarsi dalla macchina. La donna a quel punto lo ha fatto scendere e tornando indietro ha incontrato una pattuglia dei carabinieri, alla quale ha spiegato di essere preoccupata dal fatto che il figlio stesse andando dalla compagna e che potesse aggredirla.

L’arresto I militari lo hanno raggiunto nell’abitazione e in un primo momento lo hanno trovato tranquillo: appena si sono allontanati, però, il 42enne ha cercato di sfondare la porta di casa tanto che la compagna, barricatasi in una stanza, ha subito chiamato i militari rimasti in zona. Appena i carabinieri hanno iniziato a parlare con la donna, il 42enne – che nel frattempo si era nascosto al piano superiore – ha cominciato a inveire contro la compagna cercando lo scontro fisico. Nel frattempo sono arrivati i genitori, ma neanche questo ha calmato il 42enne che, anzi, ha afferrato al collo il padre e ha preso a calci i militari. Secondo quanto ricostruito, l’uomo si era già reso responsabile di questi comportamenti, con un escalation in particolare nell’ultimo periodo, tanto da portare i famigliari a sporgere denuncia.

I commenti sono chiusi.