giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 01:56
12 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:57

Corciano festival, via al weekend delle rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento

Dopo il successo della serata jazz di giovedì prendono il via le tre giornate dedicate alla tradizione

Corciano festival, via al weekend delle rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento
Serenate dei menestrelli del Corciano Festival

Grande successo per la serata dedicata al jazz con il concerto Special Dish. Sul palco del Teatro della Filarmonica, giovedì 11 agosto, la cantante bolognese di fama internazionale Cristina Zavalloni, affiancata dal sassofono di Cristiano Arcelli, dal contrabbasso di Daniele Mencarelli e dalla batteria di Alessandro Paternesi, ha entusiasmato il numeroso pubblico tra jazz e musica contemporanea, in un ricco alternarsi di atmosfere rese da un giocoso mix di successi pop, liriche greche, musica brasiliana, standard jazz e brani originali.

Tra Medioevo e del Rinascimento Il Corciano Festival continua e si immerge nelle atmosfere del Medioevo e del Rinascimento: tre giorni di musica, spettacoli, cibo e giochi in costume del ‘400 che, oltre a un valore folkloristico, hanno lo scopo di ripresentare la vita di un castello medievale e di alcune sue manifestazioni religiose. Si comincia sabato 13 agosto, alle 17.30. Alla Sala del Consiglio comunale “Alessandro Truffarelli”, Luciano Taborchi presenta il libro “Marco Antonio Bonciari e il suo tempo”, la storia del figlio dell’umile ciabattino di Antria nei fasti del tardo Rinascimento. Edizioni della Soprintendenza Archivistica Dell’Umbria e delle Marche. A introdurre la presentazione il Soprintendente Archivistico Mario Squadroni. Alle 20 l’apertura della Taverna del Duca che, come ogni sera, accoglierà gli ospiti offrendo le eccellenze del territorio, i presidi Slow Food dell’Umbria e preparazioni tradizionali. Alle 21.15, con partenza da Piazza Coragino e con la direzione di Giovanni Brugnami, il Corciano Festival porta il pubblico a spasso nel tempo con le serenate dei Menestrelli. «Dolci serenate per le vie del centro storico sotto finestre e balconi -spiegano gli organizzatori- per poi ritrovarci tutti in piazza a festeggiare al suono di cornamuse e tamburelli, danzando e cantando in una suggestiva atmosfera rinascimentale». Alle 22,30, ai Giardini del Torrione di Porta Santa Maria, l’apertura della “Hostaria”, con degustazione di birra artigianale e vino locale e l’animazione a cura della Associazione teatrale amatoriale “Il Carro di Chiugiana”.

Le mostre del Festival La chiesa di San Francesco ospita fino al 2 ottobre l’esposizione “Ascanio della Corgna, i Turchi e la battaglia di Lepanto”, a cura di Tiziana Biganti, Giovanni Riganelli e della Società Bibliografica Toscana. In centro storico, invece, trova spazio la mostra collettiva “Fiero Condottiero”, visitabile fino al 21 agosto, curata da Andrea Baffoni e Francesca Duranti, composta dalle opere di giovani artisti emergenti e da quelle degli studenti del corso di Fotografia del Nid. E ancora. Alla sala del Consiglio “Alessandro Truffarelli” il Centro Internazionale per la pace fra i popoli di Assisi presenta “Orme del III millennio”. Le 16 litografie di Aldo Canzi saranno esposte al pubblico fino al 21 agosto. All’archivio del concorso, invece, in corso Rotelli 10, spazio alla mostra “La banca dei Saperi”, con il sostegno di BCC Umbria a favore dell’editoria per la promozione e la conoscenza del territorio.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250