giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:52
7 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:23

Corciano Festival, taglio del nastro per l’edizione numero 52. Lunedì tra visite guidate e musica

Kermesse partita sabato, inaugurate anche tutte le mostre. Cecchini: «Sostenere tutti i borghi che lavorano per la riscoperta delle nostre radici»

Corciano Festival, taglio del nastro per l’edizione numero 52. Lunedì tra visite guidate e musica
Il concerto inaugurale

Taglio del nastro sabato per il Corciano Festival con il sindaco Cristian Betti, l’assessore regionale alla cultura Fernanda Cecchini e i vertici della pro loco, ovvero il presidente Antonio Pagana e il vice Lorenzo Spurio Passamonti. Una Cecchini che ha sottolineato l’importanza di sostenere tutti quei borghi umbri che, con impegno e dedizione, offrono occasioni di incontro e confronto avvalorando le nostre radici troppo spesso dimenticate. La giornata è finita con il concerto-spettacolo in piazza Coragino sulla commedia «Honesta Schiava» di Girolamo Pico da Sansepolcro, mentre negli altri spazi del borgo sono state inaugurate tutte le mostre in programma: la Chiesa di San Francesco ospita fino al 2 ottobre l’esposizione «Ascanio della Corgna, i turchi e la battaglia di Lepanto», a cura di Tiziana Biganti, Giovanni Riganelli e della Società bibliografica Toscana.
In centro storico, invece, trova spazio la mostra collettiva «Fiero condottiero: allegorie tra arte e design su Ascanio della Corgna», visitabile fino al 21 agosto. L’esposizione, curata da Andrea Baffoni e Francesca Duranti, è composta dalle opere di giovani autori emergenti e da quelle degli studenti del corso di fotografia del Nid. E ancora. Alla sala del Consiglio «Alessandro Truffarelli» il Centro internazionale per la pace fra i popoli di Assisi presenta «Orme del III millennio». Le 16 litografie di Aldo Canzi saranno esposte al pubblico fino alla fine del Festival.

Programma All’archivio del concorso, invece, in corso Rotelli 10, spazio alla mostra «La banca dei Saperi», con il sostegno di BCC Umbria a favore dell’editoria per la promozione e la conoscenza del territorio. Quella di lunedì invece sarà una giornata all’insegna della riscoperta delle radici. Si inizia alle 17 con «Corciano nell’età dei Della Corgna: visita guidata ai luoghi corgneschi». A fare da cicerone a Pieve del Vescovo la storica dell’arte Laura Galli. Alle 18.30, invece, visita guidata con la storica dell’arte Alessandra Tiroli al Palazzo comunale e al quartiere Della Corgna. Alle ore 20, come di consueto, l’apertura della Taverna del Duca mentre alle 21.15, in piazza Coragino, appuntamento con la musica e il concerto-spettacolo degli Oblivion con la Corciano Festival Orchestra (il costo del biglietto è di 10 euro), i cui arrangiamenti musiche e direzione sono a cura di Alessandro Celardi. Il gruppo musicale-teatrale degli Oblivion, composto da Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli, darà vita a una serata all’insegna del musical e del divertimento attraverso mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate. «Un flusso di note e ritmi – spiegano gli organizzatori – infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori per una esperienza folle e mai ripetibile. Dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250