lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:37
10 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:11

Consorzi Tns e Crescendo sotto la lente del comitato vigilanza: audizione dei liquidatori

Campi e Campagna hanno rilevato criticità anche sui contratti di affitto

Consorzi Tns e Crescendo sotto la lente del comitato vigilanza: audizione dei liquidatori
Palazzo Donini (foto archivio F. Troccoli)

Consorzio aree industriali di Terni, Narni e Spoleto (Tns) e pure del Consorzio Crescendo di Orvieto sotto la lente del comitato di vigilanza. E’ stato l’organismo presieduto da Raffaele Nevi (Forza Italia) a richiedere l’audizione dei liquidatori Ruggero Campi e Carmelo Campagna per far chiarezza sulla situazione finanziaria dei due enti, proseguendo il percorso già avviato col presidente e direttore di Sviluppumbria, ossia Gabrio Renzaccio e Mauro Agostini.

Consorzio Tns e Crescendo Illustrando l’attività svolta e rispondendo alle sollecitazioni dei commissari, «Campi e Campagna – si legge in una nota del consiglio regionale – hanno spiegato che è stato svolto un importante lavoro per fare luce su conti e dinamiche che hanno portato alla situazione di sofferenza finanziaria dei due consorzi. Il lavoro è stato portato avanti evitando di svendere gli immobili e le aree di cui i consorzi dispongono, il cui valore è stato peraltro rivisto rispetto alle stime di alcuni anni fa». In questo senso sono state avanzate «riserve anche in relazione ai contratti di affitto stipulati, in cui sarebbero mancate adeguate garanzie rispetto all’effettivo pagamento dei canoni, in alcuni casi non verificatosi, che ha costretto i liquidatori ad attivare azioni legali per tentare di recuperare quanto dovuto dai locatari». I due commissari hanno infine sottolineato che attraverso il lavoro svolto, che si avvia a conclusione per dimissioni dall’incarico, «è stata ritrovata la credibilità bancaria grazie a soluzioni concrete prospettate agli istituti di credito. Ci siamo avvicinati alla possibilità di arrivare ad una transazione, anche se l’acquisto delle aree industriali da parte della Regione, che avrebbe portato importanti risorse, non è stato ancora perfezionato».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250