domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:14
28 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:54

Comune di Terni: pioggia di emendamenti su variazioni aliquote, tributi e tariffe

Approvatti atti propedeutici al preventivo 2016: ticket integrato per servizi turistici, Imu e rette per mense scolastiche i temi caldi. La discussione in consiglio giovedì pomeriggio

Comune di Terni: pioggia di emendamenti su variazioni aliquote, tributi e tariffe
Palazzo Spada (foto Rosati)

di M. R.

Approvate dalla terza commissione le delibere di giunta propedeutiche al conto preventivo 2016, passano due delle sei modifiche proposte e altre arriveranno in aula: eliminato il biglietto integrato (Cascata, Caos, Carsulae e Cinema 6D) a 12 euro, 9 nel caso di ticket ridotto, come proposto dalla maggioranza (Francesco Filipponi, Valeria Masiello, Fabio Narciso, Michele Pennoni, Sandro Piermatti del Pd e Chiappini di Terni città aperta) per mancata condivisione di ripartizione introiti. «Finalizzata a coprire i buchi – dice Melasecche – di una gestione fallimentare del Caos». L’organo presieduto da Sandro Piermatti dice inoltre sì ad aumentare la fascia di esenzione Irpef a 12.500 euro (emendamento firmato dai membri Pd della commissione e Silvano Ricci di Sinistra per Terni). Respinta la rimodulazione Imu e la ‘proposta del Cosec’ su fasce Isee e tariffazione a consumo per le mense scolastiche.

Innalzamento del 15% tariffe refezione scolastica «La tassazione locale è bloccata per tutto il 2016», questa la precisazione dell’assessore Vittorio Piacenti D’Ubaldi che rispetto alle variazioni di aliquote Imu e gli adeguamenti delle rette per la refezione scolastica (costo +15%) chiarisce: «Diversamente dal bilancio di previsione che da quest’anno ci impone programmazione su base triennale (2016-2018) il piano tariffario è annuale quindi più frequentemente soggetto a modifiche». Le rassicurazioni però non bastano a sedare gli animi dei consiglieri: sono sei gli emendamenti presentati e votati alle delibere dedicate e c’è già l’annuncio di un’ulteriore proposta a firma Valdimiro Orsini (Pd) e di un atto d’indirizzo griffato Francesco Ferranti (Fi).

Caso mense scolastiche a Terni Gira che ti rigira, a Palazzo si torna a parlare di refezione scolastica: «L’introduzione di diverse fasce Isee per determinare le rette sarà inserita più avanti – garantisce Piacenti D’Ubaldi – serve uno studio più approfondito dentro la procedura della nuova gara d’appalto, l’aumento del 15% vale come adeguamento al costo di altri Comuni capoluogo». Respinta dalla commissione la proposta di eliminare tale innalzamento dei costi così come tutte le altre avanzate dai consiglieri Enrico Melasecche (IlT), Patrizia Braghiroli (M5s) e Franco Todini (Il Cammello). All’emendamento sulle rette per le mense, il quartetto consiliare ha allegato la proposta targata Cosec su adeguamento fasce Isee e tariffazione puntuale: «Il Cosec ha avuto la possibilità di partecipare ai tavoli per la riorganizzazione del servizio – ha detto Piacenti – ma la battaglia politica ha vinto sulle questioni di merito».

Variazione delle aliquote Imu In aula nel pomeriggio arriverà invece un emendamento di Orsini alla delibera 69: «Ritengo grave – scrive – la proposta della giunta di aumentare le aliquote Imu a partire dal 2017 per le abitazioni concesse in uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado dallo 0,76 per mille allo 0,96 per mille e per le abitazioni locate a canone concordato così come previsto dalla legge 431/98, dallo 0,6 allo 0,8 in quanto, se venisse approvata, l’aumento andrebbe a gravare sulle fasce più deboli perché causerebbe un inevitabile aumento dei canoni d’affitto». Pronto anche un atto d’indirizzo del gruppo Forza Italia (primo firmatario Francesco Ferranti), Marco Cecconi di Fratelli d’Italia-An e Paolo Crescimbeni del gruppo misto col quale si vuole impegnare la giunta a «non aumentare la pressione fiscale introducendo modelli virtuosi che prevedano ottimizzazione del personale, eliminazione degli sprechi e una razionalizzazione dei contributi a favore di organizzazioni  che gestiscono gli immigrati prevedendo per queste procedure pubbliche per l’affidamento dei servizi».

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250