venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:39
22 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:39

Claudio Ricci: in Umbria ci sono strade insicure, Regione si impegni per migliorare le infrastrutture

Il consigliere regionale chiede alla Giunta di riqualificare anche quelle di competenza comunale e provinciale, sostenendo in tal modo lo sviluppo di attività economiche e turistiche

Claudio Ricci: in Umbria ci sono strade insicure, Regione si impegni per migliorare le infrastrutture
Un cantiere lungo una strada del capoluogo (foto archivio U24)

Il consigliere regionale Claudio Ricci annuncia la presentazione di una mozione con cui chiede alla Giunta di Palazzo Donini di definire un piano di interventi di riqualificazione delle strade umbre, anche di quelle non regionali, indicando priorità e risorse necessarie, ed attivando poi una specifica richiesta al governo nazionale. Secondo l’esponente dell’opposizione consiliare nel bilancio 2017 la Regione deve raddoppiare le risorse per la riqualificazione della rete viaria, di cui «solo il 14 per cento dei 6500 chilometri di strade è di competenza regionale mentre ben il 76 per cento sono comunali e provinciali e le istituzioni non riescono più a sostenere gli oneri di manutenzione a causa delle sempre più limitate risorse economiche».

Sicurezza In questo modo – prosegue la nota – «non possono essere più assicurati adeguati livelli di sicurezza, qualità della viabilità stradale nonché sostegno allo sviluppo di attività socio economiche e turistiche». Ricci ricorda che «vengono continuamente segnalate, da molti luoghi dell’Umbria, infrastrutture stradali con urgenti necessità di riqualificazione, come nel caso degli oltre 33 chilometri della strada regionale ‘444 del Subasio’, da Gualdo Tadino ad Assisi, le cui competenze nel 2001 sono passate dall’Anas alla Regione, per poi essere trasferite alla Provincia di Perugia». Si dovrebbe predisporre nel bilancio di previsione 2017 – conclude Ricci – «una posta doppia rispetto a quella del 2016 per sostenere la riqualificazione delle strade regionali e il miglioramento di quelle comunali e provinciali».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250