sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 01:49
6 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:39

Città di Castello, 4.800 diabetici assistiti: nuovi strumenti per la Diabetologia

L'ospedale tifernate si arricchisce grazie all’associazione diabetici 'Il Cammino'. Il grazie di Casciari: «Ci sono sempre vicini»

Città di Castello, 4.800 diabetici assistiti: nuovi strumenti per la Diabetologia
Donazione alla Diabetologia di Città di Castello

Il servizio di Diabetologia dell’ospedale di Città di Castello si arricchisce di nuovi strumenti grazie all’associazione diabetici Il Cammino. Le donazioni sono state presentate alla presenza del direttore generale della Usl Umbria 1 Andrea Casciari, di Modesto Urbani ed Enrica Bei, presidente e vicepresidente dell’associazione ‘Il Cammino’, e del responsabile del servizio Diabetologia della USL Umbria 1 Roberto Norgiolini.

La donazione Gli strumenti donati, per un valore di oltre 5 mila euro, sono un glicoscreen per la determinazione dell’emoglobina glicosilata da sangue capillare, completo di una fornitura di 100 test (consumabili), e 64 sensori e 11 lettori per il monitoraggio flash del glucosio, un sistema di monitoraggio innovativo, riservato a situazioni specifiche e predefinite, che consente di acquisire una stima del dato glicemico con una semplice scansione, evitando la puntura capillare dal polpastrello. Ciascun sensore viene applicato al braccio del paziente per circa 15 giorni e permette la rilevazione continua della glicemia configurando una sorta di holter glicemico.

Il grazie di Casciari L’associazione ‘Il Cammino’, che nel 2015 aveva donato anche un ossimetro per l’ambulatorio del piede diabetico, è già all’opera per raccogliere fondi per l’imminente acquisto di due schermi per le sale di attesa del servizio e un Pc da tavolo. «Ringrazio l’associazione ‘Il Cammino’ che si conferma sempre vicino all’ospedale – ha detto il direttore generale Andrea Casciari – con donazioni di strumenti innovativi e utilissimi al servizio di diabetologia, cui offre un costante supporto volto migliorare la qualità della vita del paziente diabetico e della sua famiglia». L’Associazione, infatti, è presente tre volte alla settimana presso il servizio di diabetologia, con uno sportello front-office dove volontari addestrati e formati offrono accoglienza e orientamento ai pazienti e loro familiari.

4.800 diabetici Il servizio di diabetologia di Città di Castello ha in carico circa 4.800 pazienti (dato al 30-06-2016): si tratta in larga parte di pazienti affetti da diabete mellito non insulino-dipendente, una quota nettamente inferiore di giovani affetti da diabete mellito insulino-dipendente e donne con diabete mellito gestazionale. Il servizio, operativo tutte le mattine dal lunedì al sabato, si avvale di due medici e tre infermieri a tempo pieno, una dietista e un podologo. Dopo la prima visita (che viene effettuata con prenotazione a Cup tramite richiesta del medico di medicina generale), le visite di controllo vengono disposte direttamente dal Servizio in base al piano di cura del singolo paziente.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250