mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:16
20 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 23:29

Choco-bar sotto le logge, via alla pulitura dei muri: «A noi il sudiciume non piace»

Proseguono i lavori per l'apertura del locale pubblico. Guarducci su Twitter: «Si consuma solo chi si siede»

Choco-bar sotto le logge, via alla pulitura dei muri: «A noi il sudiciume non piace»
La foto postata da Guarducci su Twitter

MULTIMEDIA

Guarda il video

Proseguono i lavori per l’apertura del tanto discusso ‘choco-bar’ a marchio Perugina sotto alle Logge di Braccio da parte della Gioform, la società che fa capo alla famiglia Guarducci. Lo stesso patron di Eurochocolate, pochi giorni fa, ha mostrato in anteprima a Umbria24 l’interno dei locali illustrando metro per metro la disposizione e spiegando anche che non si sarà costretti a consumare per ammirare la bellezza delle Logge di Braccio. Le immagini mostrano come sia stato abbattuto il muro interno che divideva i due locali commerciali precedentemente esistenti e viene spiegato che il bancone verrà disposto in maniera da rendere visibile la Fontana Maggiore a chi si fermerà per prendere un caffè, mentre i tavolini troveranno spazio all’esterno.

VIDEO: GUARDUCCI MOSTRA IL LOCALE

Il tweet Nello stesso video, Guarducci spiegava come, non solo non si fermerà la libera fruizione delle Logge, ma i lavori di restauro e recupero concordati con la Soprintendenza daranno nuova luce e nuovo smalto alla bellezza di un luogo lasciato per troppi anni al degrado. Concetto che viene ribadito e reso visibile attraverso un tweet dell’inventore di Eurochocolate in cui mostra i primi lavori di pulitura delle Logge precisando l’intento di «restituire bellezza» e che «si consuma solo chi si siede» per intendere che chi sta fermo ed immobile difronte al degrado è destinato a consumarsi interiormente. «Le Logge – precisa – rimarranno fruibili anche per tutto coloro che vorranno sedersi senza necessariamente consumare qualcosa. Infatti le sedute di travertino (ripulite e rimesse in buono stato) saranno ovviamente lasciate all’uso di tutta la cittadinanza». Ecco il tweet:

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250