lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:20
20 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:50

Caso Montarello a Spoleto, Pd: «Dilettanti, Profili si dimetta» e il sindaco: «Aspetto vostre proposte»

Botta e risposta sul caso degli abusi del Circolo tennis e del Ruzzolone si accende

Caso Montarello a Spoleto, Pd: «Dilettanti, Profili si dimetta» e il sindaco: «Aspetto vostre proposte»
Il Circolo tennis Montarello

di C.F.

Da una parte il Pd che bolla sindaco e assessori come «dilettanti e pressapochisti», chiedendo le dimissioni di Gianmarco Profili. E dall’alta il sindaco Fabrizio Cardarelli che difende l’operato dell’amministrazione chiedendo al gruppo dei democratici di finirla con «gli attacchi strumentali e di iniziare a presentare proposte per la città».

Abusi di Montarello Lo scontro si consuma intorno alla vicenda delle demolizioni confermate dal Tar dell’Umbria per prefabbricati, manufatti e perfino campi da gioco realizzati senza autorizzazioni a partire dagli anni Sessanta dal Circolo tennis di Montarello e dell’Asd Ruzzolone in un’area sottoposta a vincolo idrogeologico e di proprietà del Demanio. Nei giorni scorsi i giudici amministrativi con due sentenza fotocopia hanno bollato come improcedibile il ricorso principale contro l’abbattimento dei volumi e come inammissibili e infondati le contestazione avanzate dagli avvocati delle due associazioni sportive.

Pd: «Dilettanti, Profili si dimetta» Ora il Comune è chiamato a emettere una nuova ordinanza di demolizione, essendo decaduta la prima a seguito dell’istanza di sanatoria presentata e poi respinta dallo stesso municipio. Nel frattempo, però, Montarello diventa terreno di scontro anche per la politica, col Pd che attacca l’assessore Profili e il vicesindaco Maria Elena Bececco «che sulla promessa di risolvere la vicenda hanno costruito una fetta del consenso elettorale». E poi: «Nonostante tutto la giunta è stata smentita dagli uffici tecnici di Palazzo e pure dal Tar dell’Umbria consegnando alla città l’ennesima dimostrazione del pressapochismo e disarmante dilettantismo di questa giunta, in particolare dell’assessore Profili, che dalla vicenda della riorganizzazione della macchina comunale in poi ha inanellato una brutta figura dietro l’altra. Da qui, il gruppo Pd ribadisce al sindaco Cardarelli la richiesta di dimissioni dell’assessore».

Cardarelli: «Pd strumentale, quando è che fa proposte?»  La replica dell’amministrazione comunale non tarda ad arrivare e a parlare è direttamente il sindaco Fabrizio Cardarelli: «La richiesta di dimissioni dell’assessore Profili mi indigna, mentre ritengo inaccettabile l’attacco del gruppo consiliare del Pd che a oggi non è stato capace di fare proposte costruttive a favore della città, né tanto meno di abbassare i toni del confronto. La vicenda di Montarello – dice Cardarelli – risale a 50 anni fa ma le amministrazioni di centrosinistra non hanno mai affrontato la questione, nonostante in passato siano anche state poste le condizioni per sanare in modo definitivo, occasioni che sono state sistematicamente perse. In questi due anni di amministrazione non abbiamo fatto altro che rimboccarci le maniche, lavorando sodo proprio per risolvere i problemi creati da chi ha avuto responsabilità di governo in questa città prima di noi, senza alzare la voce, pur avendone avuto fin dall’inizio più di un motivo, nell’intento di unire e conciliare. Resto comunque ancora in attesa di proposte del Pd verso il quale sono ancora disponibile ad affrontare insieme i problemi che interessano questo nostro territorio, a patto che siano i cittadini e i loro bisogni il nostro unico orizzonte».

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250