mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:57
8 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:41

Caldo, aumentano i ricoveri di anziani. Ospedale di Perugia: «Nessun allarme»

Cresciuto di 8-10 pazienti l'accesso al pronto soccorso del S.Maria della Misericordia: «Potrebbero crescere nei prossimi giorni»

Caldo, aumentano i ricoveri di anziani. Ospedale di Perugia: «Nessun allarme»

Le elevate temperature degli ultimi giorni hanno determinato un incremento di accessi al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia, riguardanti persone anziane affette da patologie croniche. Il fenomeno – come informa una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda ospedaliera di Perugia -non ha creato al momento alcuna criticità nelle strutture di degenza.  Nonostante il primo ‘bollino rosso’ di quest’estate – secondo il ministero della Salute – riguarda proprio Perugia dove tra sabato e domenica è previsto il massimo livello di rischio caldo.

I numeri «Si tratta di una attività assistenziale conforme alle condizioni climatiche del momento – osserva il direttore del pronto soccorso Mario Capruzzi -. Dall’inizio della settimana abbiamo registrato un incremento giornaliero di 8-10 pazienti ricorsi alla nostra osservazione per patologie respiratorie e cardiocircolatorie, che si sono acuite con le attuali temperature. Il perdurare del clima afoso , previsto anche nei prossimi giorni, potrebbe produrre un ulteriore aumento dei ricoveri – aggiunge Capruzzi -, ma le esperienze passate e l’organizzazione assistenziale di cui disponiamo, rappresentano una garanzia per fronteggiare eventuali situazioni di emergenze».

I consigli del ministero Tra i consigli per difendersi dal caldo forniti dal ministero della Salute, c’è quello di evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata, evitare le zone particolarmente trafficate e i parchi e le aree verdi dove si registrano alti valori di ozono. Ancora: non svolgere attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata, bere liquidi e seguire un’alimentazione leggera.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250