domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:18
23 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:14

Bastia, sgomberato campo nomadi abusivo: avevano auto usate per truffe

Polizia, carabinieri e municipale hanno identificato molte persone con precedenti penali: non potranno più fare ritorno in città

Bastia, sgomberato campo nomadi abusivo: avevano auto usate per truffe
Il campo nomadi sgomberato

Avevano preso possesso di un parcheggio nella zona industriale di Bastia. Da giorni la polizia del commissariato di Assisi monitorava un insediamento di sinti provenienti dalla Sicilia, a bordo di autovetture e camper. Sul posto, gli agenti hanno individuato pattumiere a cielo aperto, indumenti stesi al sole sulle inferriate delle ditte vicine. Le donne e i bambini rimanevano di giorno sotto le pensiline delle roulotte per attendere il ritorno dei capi famiglia, dove sostenevano di svolgere il mestiere di “arrotino”. Secondo la polizia era chiaro che si trattava non di un semplice momento di sosta ma di una vera e propria invasione di suolo pubblico per un periodo consistente.

Il blitz Nei giorni scorsi è scattato il blitz, insieme alla polizia municipale e ai carabinieri di Bastia. In tutto controllate dieci auto e altrettante roulotte. Vista la presenza di numerosi minorenni, si è proceduto con attenzione all’identificazione degli occupanti e degli intestatari delle autovetture. Molti avevano numerosi precedenti di polizia alle spalle e fogli di via da parecchi comuni italiani perché dediti abitualmente a commettere reati.  A una donna, 38enne originaria di Noto, in provincia di Siracusa, è stato notificato un verbale di elezione di domicilio per il reato di furto con destrezza commesso a Ferrara.

Truffe Dai controlli è emerso che alcune auto erano state più volte utilizzate per la commissione delle cosiddette “truffe dello specchietto”. Sulla base di quanto emerso, non potendosi considerare l’insediamento occasionale e temporaneo, è scattata per tutti la denuncia per il reato di “invasione arbitraria di terreno pubblico” aggravato dal fatto di essere stato commesso da più di dieci persone. Proposto per loro il foglio di via obbligatorio dal Comune di Bastia Umbra. In serata, il gruppo ha lasciato il luogo verso una nuova destinazione.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250