venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:12
16 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:25

Bartolomeo I a Perugia, preghiera ecumenica in cattedrale e poi laurea honoris causa

Lunedì l'arcivescovo di Costantinopoli sarà accolto dal cardinale Gualtiero Bassetti prima di partecipare all'incontro sulla Pace ad Assisi

Bartolomeo I a Perugia, preghiera ecumenica in cattedrale e poi laurea honoris causa
Papa Francesco con Bartolomeo I

Verrà accolto dal cardinale Gualtiero Bassetti a Perugia, Sua Santità Bartolomeo I, arcivescovo di Costantinopoli e Patriarca ecumenico, lunedì 19 settembre prima di spostarsi ad Assisi per l’importantissimo evento “Sete di Pace. Religioni e Culture in dialogo”, dove incontrerà anche Papa Francesco. A Perugia, l’Università per stranieri gli conferirà la laurea “Honoris causa” in “Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo”. Prima della cerimonia accademica, però, il Patriarca, alle 9.45, presiederà la preghiera ecumenica nella cattedrale di San Lorenzo e incontrerà i rappresentanti delle Chiese cristiane dell’Umbria.

Benvenuto a Bartolomeo I Insieme al cardinale Bassetti, presidente della Conferenza episcopale regionale, ci saranno a dare il benvenuto all’illustre ospite i vescovi dell’Umbria, terra che «accoglie in amicizia i fratelli ortodossi, in particolare quelli delle Chiese greca, russa e romena». I fedeli della Chiesa greca, che fanno riferimento al Patriarcato ecumenico di Costantinopoli, sono una comunità numerosa a Perugia e a loro la Chiesa cattolica ha da tempo concesso in comodato tre antichi luoghi di culto cittadini. Alla comunità greca, nel 2006, è stata data in uso dall’allora arcivescovo Giuseppe Chiaretti la chiesa di Santa Croce (ora di San Gerasimo), in via Benincasa (una traversa della centralissima via dei Priori), dove il patriarca Bartolomeo I giungerà dopo l’incontro di preghiera in cattedrale prima di recarsi all’Università per Stranieri.

Convocazione diocesana Bassetti ha predisposto «per il significativo evento la “convocazione diocesana” in cattedrale di sacerdoti, diaconi, consacrati, seminaristi, membri di associazioni e movimenti laicali, confraternite, ordini cavallereschi e del popolo di Dio; convocazione che avviene per importanti avvenimenti ecclesiali. Bassetti attenderà ai piedi della gradinata del duomo Bartolomeo I, accompagnato dall’arcivescovo greco ortodosso d’Italia e Malta mons. Gennadios Zervòs e da altri membri della delegazione del Patriarcato di Costantinopoli. Insieme al cardinale ci saranno il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, l’arciprete della cattedrale mons. Fausto Sciurpa e il delegato diocesano per l’ecumenismo don Mauro Pesce, mentre i rappresentanti delle Istituzioni civili e religiose (cattoliche e di altre confessioni cristiane) dell’Umbria saranno all’interno di San Lorenzo. Dopo aver fatto ingresso in duomo, il Patriarca sosterà davanti all’immagine della Madonna delle Grazie e dove saranno esposte le reliquie dei Santi martiri perugini e del Sant’Anello. Raggiunto il presbiterio, il cardinale Bassetti rivolgerà a Bartolomeo I il messaggio di benvenuto invitandolo a presiedere la liturgia della Parola, che culminerà con la lettura di un passo del Vangelo e l’omelia del Patriarca. Al termine verrà recitato il Padre Nostro con l’annuncio dello scambio della pace e impartita la benedizione sul popolo dal Patriarca e dal cardinale. Prima di lasciare San Lorenzo, Bartolomeo I riceverà in dono una pregevole riproduzione artistica della venerata immagine della Madonna delle Grazie». L’incontro di preghiera sarà trasmesso in diretta da «Umbria Radio».

Laurea honoris causa Successivamente l’Università per stranieri di Perugia conferirà la Laurea honoris causa al Patriarca con una solenne cerimonia a partire dalle 11 presso l’Aula Magna di Palazzo Gallenga con la presentazione del rettore Giovanni Paciullo e gli interventi di del cardinale Gualtiero Bassetti, di Andrea Riccardi, Fondatore della Comunità di Sant’Egidio. A seguire la Laudatio tenuta da Marco Impagliazzo, docente dell’Università per stranieri e la Lectio Doctoralis di Bartolomeo I. Quindi il rettore conferirà la Laurea honoris causa.

Chi è Bartolomeo I Pioniere del dialogo ecumenico e costruttore di pace, Sua Santità Bartolomeo I rappresenta una figura chiave nella storia contemporanea dell’incontro tra culture d’oriente e culture d’occidente. Personalità di altissimo rilievo, numerose sono le iniziative che, su più fronti, lo hanno visto protagonista del cammino del dialogo inter-religioso: la dichiarazione congiunta con Papa Francesco, redatta a conclusione del pellegrinaggio a Gerusalemme, il 25 maggio 2014, in cui venne sottoscritto l’impegno delle rispettive Chiese verso l’unità e la fratellanza ; la sua presenza in Vaticano, l’8 giugno 2014, assieme al Presidente Abu Mazen e al Presidente Shimon Peres, per pregare con il Papa a favore della pace in Terra santa; il forte richiamo al suo pensiero riportato ampiamente da Papa Francesco nell’enciclica “Laudato Si’”.
Sua Santità Bartolomeo I è leader spirituale del movimento cristiano per l’ambiente. Dal suo impegno discendono decise prese di posizione assunte a favore della salvaguardia dell’ambiente e dei mari, delle diverse forme di sviluppo sostenibile quali strumento di contrasto dello sfruttamento delle risorse globali e, ancora, un richiamo costante al valore della sinergia tra scienza e religione per la difesa dell’ecosistema.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250