martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:06
27 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:58

Banda ultralarga, anche l’eugubina ‘Go internet’ in corsa per la connessione a 1 Gbps

L'azienda finora attiva su Wimax e Lte ha siglato l'accordo con Enel Open Fiber per la fibra ottica fino dentro le case

Banda ultralarga, anche l’eugubina ‘Go internet’ in corsa per la connessione a 1 Gbps

Anche la società eugubina ‘Go internet’, società quotata in Borsa, entra nella corsa ai clienti della banda ultralarga. Sottoscritto un accordo con Enel open fiber, che sta cablando con la fibra ottica le principali città italiane, per fornire connessione fino 1 Gbps in modalità Fiber to the Home (Ftth). Stesso accordo è già stato siglato da Vodafone, Wind, Tiscali ed Eolo.

TUTTO SU BANDA ULTRALARGA

Attivati primi clienti Il piano, come noto, vede come primissima città connessa Perugia (entro fine 2017 saranno connesse l’80% delle abitazioni), dove Go internet ha attivato i primi clienti. Enel trasporterà dallo shelter fibra spenta che Go internet (come gli altri operatori) utilizzerà per offrire il servizio di connettivita’ attraverso un modem wifi. La connessione fino a 1 Gbps permette l’utilizzo di numerose applicazioni che richiedono banda ultralarga, come smart Tv 4K, piattaforme real time, piattaforme di giochi online e domotica.

Dal Wimax alla fibra Finora la società di Gubbio aveva operato con tecnologie diverse: Lte e Wimax nelle Marche e in Emilia Romagna. Ora potrà estendere la propria attività a nuove regioni e, progressivamente, in base ai piani di sviluppo di Enel open fiber, incrementare ulteriormente la propria presenza sul territorio nazionale. «L’accordo – dichiara Giuseppe Colaiacovo, presidente di Go internet – rappresenta un’ottima opportunità di crescita per la nostra società: il piano di espansione previsto ci permetterà di essere presenti con la nostra connessione in nuove regioni italiane, dandoci così la possibilità di diventare un player nazionale» . «Grazie al Fiber to the Home e al servizio Lte fino a 100 megabit già attivo e offerto a prezzi particolarmente competitivi – aggiunge l’ad Alessandro Frizzoni – Go internet potrà operare in fasce di mercato differenziate, offrendo servizi dedicati sulla base del target e rafforzando al tempo stesso la presenza in segmenti fondamentali come il business e lo small business».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250