giovedì 20 luglio - Aggiornato alle 22:27

Vincenzo Paglia in lizza per il Patriarcato di Venezia: l’ascesa del vescovo di Terni e l’«Onu di Trastevere»

Il vescovo di Terni, Vincenzo Paglia, tra i papabili per il Patriarcato di Venezia. La notizia ha preso a circolare negli ultimi giorni, da quando Andrea Riccardi è diventato ministro

Il vescovo di Terni, Vincenzo Paglia

di Iv. Por.

Il vescovo di Terni, Vincenzo Paglia, tra i papabili per il Patriarcato di Venezia. La notizia ha preso a circolare negli ultimi giorni, da quando Andrea Riccardi è diventato ministro, e a riportarla è Paolo Rodari, grande esperto di cose l’Oltretevere, sul Foglio.

L’Onu di Trastevere Tutto ruoterebbe intorno al potere crescente della Comunità di Sant’Egidio, di cui Riccardi è stato fondatore e di cui Paglia è esponente di primo piano. Nei delicati equilibri vaticani, infatti, la cosiddetta «Onu di Trastevere» starebbe rialzando la testa dopo aver di fatto subito l’elezione al soglio pontificio di Ratzinger. Prova, secondo Rodari, ne sarebbe proprio la nomina di Riccardi nel governo Monti, appoggiata dal numero uno dei cardinali Angelo Bagnasco.

Chi è Paglia Questa ascesa si va incrociando a un appuntamento importante per la Chiesa: la nomina, ormai prossima, del nuovo patriarca di Venezia, ruolo lasciato scoperto a giugno, dopo la nomina di Angelo Scola ad Arcivescovo di Milano. E qui entrerebbe in gioco Paglia. Sessantasei anni, vescovo di Terni dal 2000 e presidente della Conferenza episcopale umbra, quello di Paglia è un nome che conta nelle stanze vaticane, anche se alcune sue «battaglie» come quella per la beatificazione del vescovo di San Salvador Oscar Romero non è piaciuta all’ortodossia ratzigeriana.

I nomi in lizza La corsa al Patriarcato vede in lizza Aldo Giordano, 57 anni, dal 2008 rappresentante pontificio a Strasburgo, che sembrava poter contare sull’appoggio del segretario di stato Tarcisio Bertone (ma la candidatura sembrerebbe in discesa); Francesco Moraglia, 58 anni, di Genova, dal 2007 vescovo di La Spezia e presidente del consiglio d’amministrazione di Tv2000 (sarebbe gradito a Ratzinger);  Andrea Bruno Mazzoccato, arcivescovo di Udine (piace ai vescovi veneti). E’ in questa lista che sembrerebbe entrato prepotentemente, negli ultimi giorni, Vincenzo Paglia.

Da Venezia 3 papi su 7 Il Patriarcato di Venezia è uno dei ruoli più importanti per la Chiesa (il rango di Patriarca, oltre a Venezia, nel mondo cattolico, lo detiene solo chi guida Lisbona). Tanto che nell’ultimo secolo tre dei sette Pontefici erano patriarchi di Venezia: Giuseppe Sarto (Pio X), Angelo Giuseppe Roncalli (Giovanni XXIII), e Albino Luciani (Giovanni Paolo I). A gestire la decisione è il prefetto dei vescovi, il cardinale franco canadese Marc Ouellet, ratzingeriano di ferro.